Ponti e Viadotti | Infrastrutture
Data Pubblicazione:

Storia, tecnologia e futuro dei ponti sospesi nel libro di Marco Peroni

L'opera di Marco Peroni raccoglie le informazioni e gli studi che l'autore e il team del suo studio hanno raccolto nel corso del tempo sui ponti sospesi. In particolare ci si concentra sulla vicenda del Ponte sullo Stretto di Messina, dalle prime idee di fine '800 fino al progetto vincitore della gara d'appalto, focalizzandosi sulla soluzione proposta da Sergio Musmeci.

Grande spazio alla vicenda del Ponte di Messina, con particolare attenzione alla proposta di Sergio Musmeci

Ponti sospesi. Storia, tecnologia e futuro. Dalle liane al Ponte di Gibilterra passando per lo Stretto di Messina rappresenta la summa delle informazioni e degli studi che Marco Peroni e il team del suo studio Marco Peroni Ingegneria hanno raccolto e condotto nel corso del tempo sul tema dei ponti sospesi.
In questo libro si intende innanzitutto spiegare perché il sistema strutturale in questione è migliore rispetto agli altri disponibili, per poi ripercorrere le tappe storiche e gli eventi focali che hanno permesso l’evoluzione e il progresso ingegneristico nel campo della realizzazione dei ponti sospesi.

Soluzione proposta dallo studio Marco Peroni per aggiungere funi stabilizzanti all’attuale progetto in appalto del ponte sullo Stretto di Messina.

Queste costruzioni hanno preso forma molto tempo fa, ai primordi dell’architettura: in origine sono state utilizzate da tribù africane e asiatiche e realizzate con semplici funi di vimini tese tra due ancoraggi: si tratta, dunque, di una delle più semplici e ancestrali forme costruttive mai eseguite dall’uomo. A margine dei capitoli più importanti si trovano dei riquadri di approfondimento relativi ai vari tipi di impalcato, a eventi storici e a crolli famosi (uno tra tutti, quello del Tacoma Narrows Bridge, che ha condizionato la costruzione di tutti i ponti successivi), oltre che a studi e osservazioni su come si costruisce un ponte sospeso.

La sezione centrale del libro è dedicata alla vicenda del ponte sullo Stretto di Messina, a partire dalle prime idee di fine Ottocento, fino al progetto vincitore della gara di appalto, che viene illustrato nelle sue caratteristiche peculiari. Particolare attenzione è rivolta all’analisi della soluzione proposta da Sergio Musmeci, alla cui idea e alla cui persona sono dedicate delle apposite schede.

Modello della proposta che Sergio Musmeci presentò al concorso ANAS del 1969 e che fu premiata vincitrice insieme ad altre proposte.

Si tratterà anche della tesi di laurea dell’ing. Marco Peroni, che ha approfondito e
verificato la proposta del grande progettista romano.

La sezione finale del libro esamina la soluzione avanzata dallo studio Marco Peroni Ingegneria per il ponte sullo Stretto di Gibilterra, a partire dall’analisi dei concetti tensostrutturali elaborati da Musmeci, per poi illustrare la medesima soluzione applicata, più in piccolo, come proposta alternativa per il ponte sullo Stretto di Messina. Il taglio del testo è pensato per i non addetti ai lavori, pur riservando dei riquadri di approfondimento su argomenti specifici, fondamentali per comprendere il comportamento di queste strutture. Ulteriori approfondimenti si trovano nelle appendici tecniche.

Il testo è impreziosito da due importanti contributi di Enzo Siviero (Università eCampus) ed Alessandra Zanelli (Politecnico di Milano).

Immagini

Modello di metà ponte della proposta Marco Peroni per l’attraversamento dello Stretto di Messina con una soluzione innovativa a rete di funi. In questo caso l’attraversamento sarebbe spostato più verso la città di Messina con un ponte di più di 5Km di luce libera.
Particolare di modello della soluzione proposta da Marco Peroni nel 2008 per l’attraversamento dello Stretto di Gibilterra (con un ponte a campata unica di 10Km di luce libera!).
Copertina e retrocopertina del libro di Marco Peroni

Leggi anche