Morandini Giulio


Corporate Product Manager - Linea rinforzo strutturale Mapei

Curriculum / Profilo

Lavora in MAPEI dal 2001 nell’ambito dell’assistenza tecnica sia per l’italia che per l’estero del settore edilizia, con particolare riferimento ai sistemi di rinforzo strutturale con impiego di materiali compositi sia in edilizia civile che nelle grandi opere ed infrastrutture. Dal 2006 riveste il ruolo di Product Manager della linea rinforzo strutturale.

Dal 2016 ha assunto il ruolo di Corporate Product Manager per il gruppo MAPEI nel campo del rinforzo strutturale. Ha collaborato alla stesura delle linee guida italiane per il rinforzo srutturale del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) con materiali compositi su strutture in calcestruzzo e muratura (CNR dt 200/2004), in acciaio (CNR dt 201/2005) e in legno (CNR dt 202/2005).

Ha inoltre collaborato alla stesura del recente documento cnr dt215/2018 relativo al rinforzo delle strutture con materiali compositi a matrice inorganica (FRCM).

Dal 2008 è membro del consiglio direttivo di Assocompositi (Associazione italiana dei materiali compositi) che rappresenta la sezione italiana di EuCIA (European Composites Industry Association). Dal 2014 è membro del consiglio direttivo di ISI (Associazione Ingegneria Sismica Italiana).

Dal 2018 è membro del board di ACI - (American Concrete Institute) Italy Chapter.

É coautore di più di 10 memorie relative al rinforzo di strutture esistenti in calcestruzzo e muratura con materiali compositi a matrice polimerica (FRP) ed inorganica (FRG). Ha partecipato attivamente allo studio e alla realizzazione di oltre 300 progetti di rinforzo con materiali compositi su strutture danneggiate post-sisma in italia (Umbria-Marche 2002, Salò 2004, Aquila 2009, Emilia 2012, Centro Italia 2016) e all'estero (nz 2011, Lorca - Spagna 2011, Albania 2019).

Conoscenza della progettazione di sistemi edilizi complessi negli aspetti tecnologici, strutturali e ambientali, con particolare attenzione alle problematiche di benessere, durabilità, energia e impatto ambientale; analisi delle costruzioni in zona sismica, mappe di rischio e di pericolosità, con studio del comportamento fragile e duttile dei materiali; studio dei materiali innovativi da costruzione e del loro comportamento in esercizio, al fine di progettare costruzioni durevoli e restaurare opere esistenti; comprovata esperienza nell’analisi dei fenomeni di degrado dei materiali impiegati nel settore edile, in funzione delle condizioni di esposizione ambientale e la prevenzione del degrado in sede di progetto, costruzione e gestione degli edifici, in relazione alla vita utile di progetto.

Articoli

  • 1

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su