Dalla Regione Campania, 25 milioni di euro per messa in sicurezza di edifici pubblici e prevenzione sismica.

giunta-regione-campania.jpgDalla Regione Campania arrivano 25 milioni di euro per messa in sicurezza di edifici pubblici e prevenzione sismica. In particolare 22 milioni sono riservati a interventi di adeguamento, demolizione e ricostruzione di edifici e infrastrutture di interesse strategico, 3 milioni per la realizzazione di studi di microzonazione di livello 1.

In appendice a questo articolo è scaricabile tutta la relativa documentazione pubblicata sul numero 43/2018 del BOLLETTINO UFFICIALE DEGLI ATTI DELLA REGIONE CAMPANIA.
In particolare il primo avviso pubblico (per 22 milioni di euro) prevede la concessione di contributi finalizzati agli interventi di adeguamento, demolizione e ricostruzione di edifici e infrastrutture di interesse strategico. I soggetti che possono accedere ai finanziamenti previsti - per un massimo di 1 milione di € per ogni singolo intervento - sono i Comuni, la Città Metropolitana di Napoli e le Asl.


Rientrano nelle tipologie di edifici per cui è possibile accedere a tale finanziamento:
    Sedi di Amministrazioni comunali con funzioni connesse alla gestione delle emergenze;
    Sale operative per la gestione delle emergenze;
    Edifici ed opere individuate nei piani di emergenza;
    Centrali operative del 118;
    Presidi sanitari.
Per queste strutture è possibile richiedere un finanziamento per procedere ai seguenti tipi di intervento:
    Interventi di rafforzamento locale;
    Interventi di adeguamento o miglioramento sismico;
    Interventi di demolizione e ricostruzione.

Al secondo avviso (circa 3 milioni di euro), per la realizzazione di studi di microzonazione di livello 1 (un livello propedeutico ai veri e propri studi di microzonazione sismica, in quanto consiste in una raccolta di dati preesistenti, elaborati per suddividere il territorio in microzone qualitativamente omogenee), possono accedere i Comuni della Campania che non hanno ancora usufruito di finanziamenti pubblici della stessa natura con i precedenti decreti.
“La Regione Campania – si legge nella nota diffusa dall'Ufficio Stampa della Regione - grazie al Dipartimento di Protezione Civile Nazionale è la Regione che ha impegnato al massimo le risorse per la messa in sicurezza degli edifici preposti alla sicurezza dei cittadini. Per entrambi gli avvisi i Comuni che presenteranno domanda di partecipazione dovranno anche inviare una scheda informativa necessaria per l'implementazione dello studio sulla piattaforma iTER Campania”.