Catasto degli APE: entra in vigore la legge Regionale. Una sintesi e il testo integrale della nuova norma

ape-catasto-regionale-grande.jpg
In Campania c'è ora per legge il Catasto energetico regionale. Il nuovo catasto comprenderà sia quello dedicato agli Attestati di prestazione energetica (in sigla Ape) che quello per gli impianti termici civili. 
A istituirlo è la Legge Regionale 20 novembre 2018, n. 39 (Pubblicata sul Bollettino ufficiale degli atti della Regione Campania-Burc del 21 novembre, scaricabile in calce a questo articolo, cliccando sul pulsante ROSSO "Allegato"), con cui l'Ente di Palazzo Santa Lucia recepisce le disposizioni nazionali sulla prestazione energetica degli edifici e disciplina le attività di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari.

Occorre sottolineare che l’istituzione del Catasto Energetico Regionale avrà numerosi effetti concreti. Esso, infatti, consentendo di monitorare le performance del patrimonio edilizio e di individuare indicatori e trend di consumo e fabbisogno - grazie ai database di dati energetici degli edifici e degli impianti in essi installati - rappresenta per la Regione Campania uno strumento necessario per modulare e calibrare le azioni di sostegno ed incentivazione e per la pianificazione degli interventi di riqualificazione, dunque con un prevedibile impulso alla crescita economica legata alle attività edilizie.


Esaminiamo ora alcuni punti cardine della disciplina.

Catasto APE
I certificatori energetici devono rilasciare e trasmettere l'Attestato di prestazione energetica esclusivamente tramite il Catasto regionale degli Attestati di prestazione energetica, che costituisce parte integrante del Catasto energetico regionale. 
Ad aggiornarlo ea  gestirlo sarà la competente struttura regionale.
La legge specifica anche in quali casi deve essere prodotto l'APE, ricalcando sostanzialmente la discipina nazionale (il testo della legge in Pdf è scaricabile qui in basso, cliccando sul pulsante ROSSO “Allegato”).

Accreditamento certificatori
Esclusivamente per via telematica si effettua l'accreditamento dei certificatori energetici. 
Esso avviene mediante il software applicativo che sarà sviluppato nell'ambito del Catasto regionale degli APE e prevede la verifica della completezza e conformità della documentazione presentata, la registrazione nell'elenco regionale, l'assegnazione del codice di accreditamento per il rilascio e la trasmissione telematica degli Attestati di prestazione energetica che abbiano i requisiti previsti dal Dpr 75/2013.
ATTENZIONE - In attesa che il catasto energetico regionale sia concretamente operativo, i certificatori energetici devono continuare a trasmettere gli APE con le modalità che sono attualmente in vigore.

Controlli di efficienza
Secondo quanto dispone la legge, il controllo di efficienza energetica è obbligatorio per gli impianti termici di climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale maggiore di 10 kW e per gli impianti di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale maggiore di 12 kW, indipendentemente dalla fonte energetica utilizzata. Sono tuttavia previste anche delle esenzioni. 



In sintesi la nuova legge della Regione Campania istituisce e definisce:
a) il Catasto Energetico Regionale;
b) l’elenco regionale dei soggetti abilitati all’esercizio delle attività di ispezione e definisce i criteri dei programmi, su base annua, di verifica della conformità dei rapporti di ispezione;
c) l’elenco regionale dei soggetti ed enti abilitati alle attività di qualificazione ed aggiornamento professionale e definisce i requisiti di qualificazione ed aggiornamento professionale dei soggetti a cui affidare le attività di ispezione sugli impianti termici;

d) l’elenco regionale dei soggetti abilitati alle attività di certificazione energetica degli edifici
;
e) i criteri dei programmi, su base annua, di controllo e verifica degli Attestati di Prestazione Energetica trasmessi.