Esami per “Project Manager professionista”: 100% di promossi alla sessione del 25 gennaio tenutasi all'Ordine

 

project_management-regular.jpg

Si è conclusa con il 100 per cento di promossi la prima sessione di esami per “Project Manager professionista”, che si è svolta venerdì 25 gennaio presso la nuova sede dell’Ordine degli ingegneri di Napoli, in Piazza dei Martiri. Il superamento dell’esame comporta il rilascio della certificazione rilasciata da AICQ-SICEV conformemente alle norme Uni Iso 21500:2013 ed Uni 11648:2016, che permette la iscrizione negli appositi registri professionali riconosciuti da Accredia.
Ingegneri e Project Management: una formula che si conferma dunque binomio vincente, considerate le specificità della professione ingegneristica. L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli è infatti da oltre un decennio impegnato nella diffusione della cultura del Project Management nei confronti dei propri iscritti e verso il territorio, proprio nella convinzione che proprio l’ingegnere possa ricoprire al meglio il ruolo di Project Manager.

UN PERCORSO ARTICOLATO
Tutti i colleghi hanno brillantemente superato l’esamesottolinea Salvatore Di Iorio, Vice Coordinatore della Commissione Ingegneria Gestionale dell’Ordine (Comig)completando con successo il percorso formativo pianificato, che parte dall’acquisizione della credenziale ISIPM-base, qualificato punto di partenza per l’assessment delle conoscenze, prosegue con l’acquisizione della credenziale ISIPM-Avanzata, qualifica di livello superiore, nella quale si sviluppano e si testano le abilità, e si conclude con la ‘certificazione di terza parte’, il cui ottenimento è subordinato alla maturazione di una esperienza in ambito Project Management variamente articolata. In questo scenario l’Ordine degli Ingegneri di Napoli si pone in prima linea nello sviluppo della formazione di profili di eccellenza nella disciplina del Project Management. Vari sono stati i profili professionali dei colleghi interessati all’acquisizione della certificazione, così come vari sono stati i settori di attività di riferimento dei candidati, dal RUP all’ICT, alla consulenza direzionale”.

COMPETENZE SPECIALIZZATE
Il mercato è oggi maturo - ricorda Giovanni Esposito, Consigliere Tesoriere dell’Ordine degli Ingegneri di Napolie spinge verso la specializzazione delle competenze. Secondo le previsioni, nei prossimi dieci anni la domanda di Project Manager qualificati aumenterà del 33%, con una stima di circa 22 milioni di nuovi posti di lavoro in tutto il mondo (fonte PMI). Basti pensare che nel Decreto n. 7 del 19/11/2018 del Commissario della Ricostruzione del Ponte Polcevera (Atti del Commissario Straordinario, scaricabile cliccando sul pulsante rosso “ALLEGATO” in calce a questa nota), che ha  per oggetto l'avvio di una consultazione di mercato finalizzata all'instaurazione di una procedura negoziata, nell'allegato 1, inerente le specifiche tecniche dei servizi di Project & Construction Management e di Quality Assurance, tra le varie caratteristiche minime viene richiesta la figura di un "Responsabile del controllo dello stato di avanzamento del progetto e supporto gestionale dall'avvio dell'iniziativa fino al collaudo definitivo delle opere realizzate (UNI ISO 21500:2013 - Guida alla gestione dei progetti - Project Management). Anche per tale motivo l’Ordine degli Ingegneri di Napoli è impegnato a sviluppare profili di eccellenza nel settore”.

I NUMERI
Ad oggi sono circa 250 i colleghi ingegneri che hanno conseguito nel tempo le varie credenziali (base ed avanzata), cui si aggiungono i cinque che hanno conseguito la certificazione, il cui primo esame si è svolto il 25 gennaio. Tutti i corsi e gli esami si svolgono presso la sede dell’Ordine, a prezzi fortemente scontati rispetto a quelli di mercato, secondo quanto prevedono le apposite convenzioni stipulate con le principali associazioni di Project Management e con gli Organismi di Certificazione di “terza parte” (AICQ-SICEV).
Il profilo professionale dell’Ingegnere Project Manager è inoltre sostenuto e rappresentato dall’Ordine  degli ingegneri di Napoli anche in sede UNI, laddove rappresentanti della Commissione Ingegneria Gestionale sono presenti nei gruppi di lavoro che sviluppano le varie norme sul Project Management.