METODI COMPUTAZIONALI PER L’ANALISI STRUTTURALE: tornano i cicli formativi tematici della Commissione Strutture

11/06/2019 1329

software-house---grande.jpg

Tornano i cicli formativi tematici promossi dalla Commissione strutture dell'Ordine degli ingegneri di Napoli. Giovedì 23 maggio appuntamento con il seminario sul tema: "METODI COMPUTAZIONALI PER L’ANALISI DI STRUTTURE MURARIE ESISTENTI", in programma a Nola, al Complesso Polveriera Concept Space, con inizio dalle ore 14.
Il seminario è organizzato dalla Commissione Strutture dell'Ordine Ingegneri Napoli in collaborazione con la Softing Srl, e si inquadra in un ciclo di appuntamenti sul tema "il software per l'analisi strutturale". Sono previsti una serie di incontri formativi organizzati con le software-house e mirati all'analisi di problemi di modellazione strutturale con particolare riferimento alle strutture esistenti. 

In particolare, l’appuntamento del 23 maggio affronterà i seguenti argomenti:

- Presentazione della attività di ricerca e sviluppo della Softing nel campo della meccanica computazionale con metodi altamente non lineari (non linearità geometrica, non linearità dei materiali, instabilità, algoritmi di soluzione: matrici non simmetriche, arch-lenght, linear search, analisi nel dominio del tempo: metodo di Newmark, bilancio energetico, analisi pushover adattiva, analisi IDA e così via)
;
- Rassegna storico funzionale di metodi e modelli numerici per le strutture in muratura: equilibrio di solidi, metodo POR, aste e travi equivalenti, metodo del telaio equivalente, metodi di integrazione delle tensioni, macro elementi, analisi multilivello, analisi FEM con elementi finiti avanzati. Analisi critica delle metodologie disponibili
;
- Gli elementi finiti “no tension” per la muratura. Anisotropia non associativa, metodi a fessurazione diffusa. Elementi “degenerate shell” e a layer. Modellazione di discontinuità. Modello per analisi delle azioni fuori del piano con metodologia FEM avanzate
;
- Benchmark e casi prova di problemi specifici con esame critico delle potenzialità per sottolineare le criticità e le potenzialità dei metodi per consentire a chi progetta di fare scelte consapevoli
-la vulnerabilità sismica delle strutture murarie esistenti: dai metodi classici dell’equilibrio ai metodi numerici avanzati – potenzialità e limiti
- esempio operativo pratico su una struttura muraria reale.

PROGRMMA:

14.00-14.30 REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI
14.30-14.45 SALUTI ISTITUZIONALI
 - Prof. Edoardo Cosenza, Presidente Ordine Ingegneri Napoli 
- Ing. Ada Minieri, Consigliere Ordine Ingegneri di Napoli
14.45-15.00 PRESENTAZIONE CICLO DI INCONTRI CON LE SOFTWARE HOUSE 
- Prof. Marco Di Ludovico, Università degli Studi di Napoli Federico II 
- Ing. Stefano Iaquinta, Coordinatore Commissione Strutture Ordine Ingegneri di Napoli
15.00-16.00 LA MODELLAZIONE DI STRUTTURE IN MURATURA ESISTENTI: MODELLI NUMERICI, ANALISI CRITICA DELLE METODOLOGIE DISPONIBILI, E PROBLEMATICHE SPECIFICHE SU STRUTTURE ESISTENTI
- Arch. Roberto Spagnuolo, Amministratore Unico della Softing S.r.l
16.00-17.00 LA VULNERABILITÀ SISMICA DELLE STRUTTURE MURARIE ESISTENTI: DAI METODI CLASSICI DELL’EQUILIBRIO AI METODI NUMERICI AVANZATI – POTENZIALITÀ E LIMITI
 - Prof. Giuseppe Brandonisio, Università degli Studi di Napoli Federico II
17.00-18.00 ESEMPIO OPERATIVO PRATICO SU UNA STRUTTURA MURARIA REALE
- Ing. Stefano Vellucci, Responsabile sviluppo Softing S.r.l.
18.00-18.30 DISCUSSIONE E CONCLUSIONE

Il comitato scientifico vede impegnati i docenti dell'Ateneo Federiciano Andrea Prota (Consigliere Segretario dell'Ordine degli ingegneri di Napoli) e Marco Di Ludovico.
Il comitato organizzativo vede impegnati gli Ingegneri Mariangela Crisci (Segretario della Commissione Strutture) e Stefano Iaquinta (Coordinatore della Commissione Strutture).
È prevista l'attribuzione di 3 Crediti formativi professionali.
Il numero massimo dei partecipanti è fissato a 150.
Per la partecipazione basta effettuare la prenotazione mediante il form di registrazione presente sul sito internet dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli a questo LINK