Italian Concrete Days, dal 14 al 16 aprile focus on line sul calcestruzzo. Con una promessa: nel 2022 a Napoli

icd_giornate-del-calcestruzzo-2021.jpgUn focus sul presente e il futuro del calcestruzzo, su questo materiale protagonista dell’economia e dello sviluppo, e sulla sua evoluzione tecnica, frutto di una ricerca sempre più sofisticata: è questo l’identikit degli “Italian Concrete Days”, in sigla ICD, che si svolgeranno in modalità telematica dal 14 al 16 aprile 2021. Ancora una volta, purtroppo, l'evento viene penalizzato dall’emergenza-Covid. Nel 2020 la terza edizione degli Italian Concrete Days si sarebbe dovuta svolgere a Napoli, in una location storica. L’appuntamento era poi stato rinviato alla primavera 2021, ma l’andamento dell’epidemia impedisce anche quest’anno lo svolgimento dei lavori in presenza. Tuttavia le associazioni organizzatrici - Aicap (=Associazione Italiana Calcestruzzo Armato e Precompresso) e CTE (=Collegio dei tecnici dell’industrializzazione edilizia) - sono comunque decise a organizzare in presenza e sempre a Napoli l’edizione 2022. E l'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli (il cui Presidente e il cui Consigliere Segretario sono nel Comitato Organizzatore) figura tra i patrocinatori dell'evento, insieme al Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI), al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, alla Fib (=Fédération internationale du béton, federazione internazionale del cemento). Agli Ingegneri che seguiranno i lavori verranno riconosciuti n.12 CFP.

Le associazioni Aicap (=Associazione Italiana Calcestruzzo Armato e Precompresso) e CTE (=Collegio dei tecnici dell’industrializzazione edilizia), promotrici degli ICD e unite nel riferimento internazionale della Fib (=Fédération internationale du béton, federazione internazionale del cemento), hanno come missione la promozione della ricerca, la diffusione delle conoscenze e il buon uso delle strutture in calcestruzzo, che, in continua evoluzione nella tipologia e nei materiali, rappresentano sempre la risposta più conveniente ai requisiti della stragrande maggioranza delle costruzioni. Le precedenti edizioni degli ICD si erano svolte nel 2016 a Roma e nel 2018 a Milano. Napoli avrebbe dovuto ospitare l'edizione 2020, poi rinviata al 2021 per l'emergenza-Covid. Purtroppo non siamo ancora "fuori dal tunnel" e quindi l'appuntamento di quest'anno si svolge on line, ma con la promessa di organizzare in presenza e proprio a Napoli i lavori dell'edizione 2022.
A questo LINK la più recente e aggiornata versione del programma dell'evento.

I CONTENUTI
Gli ICD offrono a tutti gli operatori del settore – industriali della costruzione, produttori di tecnologia e di materiali, professionisti dell’architettura e dell’ingegneria civile, tecnici di cantiere, ricercatori e accademici – un’occasione per aggiornare il proprio bagaglio culturale, presentare i propri lavori, stabilire contatti, scambiare informazioni e opinioni, discutere applicazioni, proporre innovazioni e consolidare la consapevolezza del proprio ruolo.
Tutti i partecipanti avranno così l’occasione di conoscere lo stato dell’arte in fatto di cemento e calcestruzzo, grazie a esperti del settore che svolgeranno Relazioni Generali di inquadramento sui temi congressuali e a eminenti personalità che terranno Relazioni su Invito.

I TEMI
I temi del congresso si riassumono in tre macro sezioni:
- Realizzazioni, in cui si inquadrano gli aspetti di progettazione, costruzione e controllo di opere eseguite, compresi gli interventi sull’esistente per la manutenzione e il miglioramento delle prestazioni.
- Ricerca, sezione che si focalizza sulle attività di ricerca nel campo dei materiali e delle loro applicazioni e combinazioni, dell’analisi strutturale, della sicurezza e dei metodi di verifica.
- Attualità e Prospettive, in cui, partendo dallo stato dell’arte della tecnologia e della ricerca, come pure dell’industria delle costruzioni in genere, verranno messi in luce gli aspetti innovativi raggiunti e quelli ancora in evoluzione.
 
MODALITA' DI ISCRIZIONE
Per i Soci Aicap o CTE in regola con la quota 2021 e per i nuovi Soci, l'importo della quota congressuale è di € 50,00 (da versare direttamente a una associazione).
Per i non soci l'importo della quota è di € 90,00.
Per iscriversi basta collegarsi a questo LINK

PROGRAMMA GENERALE DEI LAVORI

Mercoledì 14 Aprile
10:30 – 11:00 Introduzione e saluti di apertura
Autorità
Edoardo Cosenza, Claudio Failla, Marco Menegotto
11:00 – 12:30 Tavola rotonda
“Gestione e Piani di Sviluppo Sostenibile delle infrastrutture”
Moderata da Francesco Karrer
con protagonisti ed esperti del settore
12:30-13:00 Relazione Generale: Realizzazioni
Fabrizio Averardi Ripari
13:00-13:30 Pausa Pranzo
13:30-16:30 Presentazione delle memorie
16:30-16:45 Pausa Caffè
16:45-18:45 Presentazione delle memorie
 
Giovedì 15 Aprile
12:00 – 12:30 Relazione su invito: Akio Kasuga
12:30-13:00 Relazione Generale: Ricerca
Lidia La Mendola
13:00-13:30 Pausa Pranzo
13:30-16:30 Presentazione delle memorie in sessioni parallele
16:30-16:45 Pausa Caffè
16:45-18:45 Presentazione delle memorie in sessioni parallele
 
Venerdì 16 Aprile
12:00 – 12:30 Relazione su invito: Mario de Miranda
12:30-13:00 Relazione Generale: Attualità e prospettive
Marco di Prisco
13:00-13:30 Pausa Pranzo
13:30-16:30 Presentazione delle memorie in sessioni parallele
16:30-16:45 Pausa Caffè
16:45-18:45 Presentazione delle memorie in sessioni parallele
18:45-19:30 Premiazioni e saluti finali (Sessione plenaria)

L'ORGANIZZAZIONE DEGLI "ITALIAN CONCRETE DAYS"
Comitato Organizzatore
Marco Menegotto (coordinatore), Edoardo Cosenza, Andrea Prota, Franco Angotti, Fabrizio Averardi Ripari, Vivetta Bianconi, Marco di Prisco, Claudio Failla, Anna Magri, Roberta Masiello, Enrico Nusiner, Giovanni Plizzari.
Comitato Scientifico
Marco di Prisco (coordinatore), Maria Antonietta Aiello, Franco Angotti, Luigi Ascione, Fabrizio Averardi Ripari, Gyorgy N. Balazs, Gianni Bartoli, Beatrice Belletti, Andrea Benedetti, Gabriele Bertagnoli, Francesco Biasioli, Fabio Biondini, Fabio Bolzoni, Ezio Cadoni, Gianmichele Calvi, Giuseppe Campione, Roberto Cerioni, Bernardino Chiaia, Mario Chiorino, Piero Colajanni, Dario Coronelli, Hugo Corres Peiretti, Edoardo Cosenza, Andrea Dall’Asta, Piero D’Asdia, Gianmarco De Felice, Andrea Del Grosso, Luigino Dezi, Pierpaolo Diotallevi, Luigi Evangelista, Giovanni Fabbrocino, Ciro Faella, Alessandro Fantilli, Roberto Felicetti, Liberato Ferrara, Giuseppe Ferro, Dora Foti, Paolo Franchin, Dante Galeota, Pietro Gambarova, Natalino Gattesco, Paolo Girardello, Alessandra Gubana, Donatella Guzzoni, Stefano Knisel, Lidia La Mendola, Gaetano Manfredi, Giuseppe Mancini, Enzo Martinelli, Annibale Luigi Materazzi, Claudio Mazzotti, Marco Menegotto, Antonio Migliacci, Claudio Modena, Franco Mola, Pietro Monaco, Giorgio Monti, Aurelio Muttoni, Antonio Nanni, Camillo Nuti, Antonio Occhiuzzi, Luciano Ombres, Maurizio Orlando, Bruno Palazzo, Stefano Pampanin, Maurizio Papia, Maria Rosaria Pecce, Carlo Pellegrino, Francesco Pesavento, Mario P. Petrangeli, Paolo E. Pinto, Marco Andrea Pisani, Giovanni Plizzari, Cesare Prevedini, Andrea Prota, Giuseppe Quaranta, Roberto Realfonzo, Elena Redaelli, Zila Rinaldi, Paolo Riva, Anna Saetta, Marco Savoia, Nunzio Scibilia, Enzo Siviero, Enrico Spacone, Giuseppe Spadea, Luc Taerwe, Sergio Tattoni, Giandomenico Toniolo, Nerio Tullini, Michele Valente, Ivo Vanzi, Renato Vitaliani.


Segui ogni giorno l'Ordine degli Ingegneri di Napoli e le sue attività anche: