I giovani Ingegneri di Messina fanno sentire la loro VOCE

Commissione e Network giovani ingegneri: collaborazione e confronto si fondono in un percorso condiviso proiettato verso il futuro.

brillante-gruppo2.jpg

COS’È  IL NETWORK GIOVANI E COME SI COLLEGA ALLE COMMISIONI GIOVANI INGEGNERI?

Il Network Giovani è un organo di confronto e di coordinamento nazionale tra i Rappresentanti delle Commissioni Giovani attivate presso gli Ordini degli Ingegneri delle Province Italiane. E’ nato il 18 maggio 2007 a Roma, durante il terzo di una serie di incontri organizzati dal CNI e presieduti dal consigliere del CNI - delegato alle politiche giovanili, allo scopo di portare in evidenza i problemi legati ai giovani ingegneri in ambito lavorativo e professionale.

In quella occasione è stato costituito un “gruppo di studio”, con l’obiettivo di occuparsi concretamente delle tematiche inerenti i giovani ingegneri. L’assemblea, composta da circa 22 Ordini provenienti da tutta Italia, espresse la necessità che il “gruppo di studio” fosse espressione dell’intero territorio nazionale in modo che potessero emergere più efficacemente le problematiche dei giovani laureati. Per tale motivo, all’Atto della costituzione del Network Giovani, anche per rendere le attività più snelle ed il Coordinamento più efficace rispetto a quello nazionale, è stato deciso di dividere il territorio per Macro Aree territoriali. Sono così state individuate la Macro Area Nord, la Macro Area Centro e la Macro Area Sud

L’idea era quella di consentire ai Responsabili delle Commissioni Giovani appartenenti alla propria Macro Area di interfacciarsi più frequentemente attraverso riunioni locali con lo scopo di avanzare proposte o evidenziare le problematiche dei Giovani Ingegneri sul tema della “Tutela, Sviluppo e Occupazione” , con proposte per il futuro dei giovani e più in generale della categoria.

 QUAL È LO SCOPO E L’ATTIVITA’ DEL NETWORK?

Il Network Giovani Ingegneri è una “Commissione Nazionale” composta dai referenti delle commissioni giovani, delegati dai Consigli degli Ordini degli Ingegneri presenti su territorio nazionale. Lo scopo del Network Giovani Ingegneri è quello di mettere a sistema le idee e i lavori delle commissioni giovani territoriali presenti sul territorio nazionale per costituire relazioni, proposte e progetti utili per gli ingegneri e per la società, in mutua sinergia.

Il Network Giovani Ingegneri formula proposte inerenti la professione o settori di interesse per la professione (settori energia, telecomunicazioni, edilizia, trasporti, informatica, biomedica, aerospaziale, civile, ambiente, sicurezza, antincendio, ecc.). Per favorire la comunicazione a livello nazionale e ottimizzare tempi e risorse, i rappresentanti del Network Giovani vengono informati sui contenuti dei lavori dei gruppi di lavoro CNI, con i quali possono comunicare mediante mailing list. Il Network Giovani Ingegneri sintetizza idee, proposte e progetti in documenti o presentazioni. Le proposte contenute nei documenti di sintesi sono espressione dei lavori svolti all’interno delle commissioni giovani su territorio nazionale, quindi costituiscono idee fortemente condivise dal basso, esito di confronto, dialogo e scambio di informazioni tra giovani di diverse realtà geografiche. Le proposte contenute nei documenti di sintesi vengono presentate al Consiglio Nazionale degli Ingegneri, che ha facoltà di approvarle, chiedere integrazioni o modifiche oppure rifiutarle mediante parere motivato. Su richiesta del CNI alcuni rappresentanti del Network Giovani partecipano alle Assemblee CNI o alle Assemblee dei Presidenti per esporre le proprie idee o proposte.

Il Network Giovani Ingegneri elabora proposte di eventi, itineranti o non, per la promozione della figura professionale dell’ingegnere e la valorizzazione della cultura scientifica. Previo consenso del Consiglio Nazionale Ingegneri organizza e concretizza tali eventi su territorio nazionale.

Il Network Giovani Ingegneri contribuisce all’organizzazione di eventi organizzati dagli Ordini provinciali o dal Consiglio Nazionale Ingegneri,previo consenso del CNI, formulando proposte in merito a contenuti, format e mezzi di comunicazione.

Il Network Giovani Ingegneri partecipa all’implementazione di progetti di importanza nazionale e valore sociale portati avanti dal CNI, previo consenso del CNI (es. Working, Scintille, Sliding Doors, Mostra itinerante Ingegneria Contemporanea).

Il Network Giovani Ingegneri ha facoltà di comunicare con enti esterni previo consenso e consultazione con il referente dell’area giovani del Consiglio Nazionale Ingegneri, in sinergia con il CNI.

QUALI SONO I PRINCIPI ALLA BASE DI TALE ORGANO?

#Trasparenza, #Attività, #Collaborazione, #Condivisione, #Concretezza, #Partecipazione, #Visione, #Sovrapposizioni, #Linguaggi

IN CHE MODO È ORGANIZZATO IL NETWORK GIOVANI?

Il Network Giovani Ingegneri si organizza in gruppi di lavoro, di seguito chiamate: OFFICINE, inerenti i temi o le proposte che vengono di volta in volta portate avanti. Ogni Officina ha uno o più coordinatori, che si attivano in tale ruolo con proposta volontaria. Ogni Officina elabora un documento di sintesi, che deve essere condiviso a tutto il Network Giovani prima di essere presentato al CNI.

I temi per l’attivazione delle Officine vengono discussi insieme al referente del CNI, durante le riunioni plenarie ufficiali del Network, convocate dal CNI, di seguito chiamate “OFFICINA DELLE OFFICINE. E fatto obbligo da parte del CNI favorire la partecipazione delle stesse, mediante call conference, per coloro che non possono essere fisicamente presenti. L’officina delle Officine ha lo scopo di far confrontare tutti i membri attivi che compongono il network, sull’utilità di un tema piuttosto che un altro, questo per evitare che si inneschino Officine, senza che queste derivino da una reale esigenza e dal confronto di tutti i membri riuniti.

L’insieme dei coordinatori delle Officine in corso costituisce, insieme al referente del CNI, il gruppo di coordinamento del Network Giovani Ingegneri, . Il gruppo di coordinamento non produce in maniera autonoma documenti e tanto meno decisioni, senza aver consultato il Network Giovani durante l’Officina delle Officine, al fine di favorire la pro attività, la democrazia e lo scambio reciproco e costruttivo di idee e informazioni. Il gruppo di coordinamento ha il compito principale di tirare le fila e di portare a sintesi tutto il lavoro che il Network svolge all’interno delle Officine attive, mediante la produzione di presentazioni da trasmettere al CNI.

Uno o più membri, in maniera volontaria e spontanea, del gruppo di coordinamento sono responsabili della comunicazione interna del Network Giovani e gestiscono la mailing list caricata all’interno del Google Groups, sulla base di quanto trasmesso dalla segreteria del CNI, gestiscono inoltre il Google Drive e i gruppi Whatsapp e Facebook, quest’ultimo suddiviso in gruppo chiuso e pagina. Sono responsabili dei rapporti con il referente delegato dal Consiglio Nazionale Ingegneri e con altri enti, questi ultimi previa autorizzazione del referente CNI.

Il gruppo di lavoro di redazione del Network Giovani Ingegneri è responsabile della comunicazione dei contenuti prodotti dal network. La redazione si esprime mediante stesura di articoli che derivino dal lavoro svolto dei gruppi giovani a livello territoriale, per far in modo che anche questo sia sempre un processo partecipato e non derivante dall’idea del singolo, può pubblicare articoli, in conformità alla linea del piano editoriale, per stimolare il dibattito e la creazione di nuove officine, qualora emerga la necessità di affrontare temi specifici di attualità, previa consultazione con il referente CNI alle politiche giovanili.

QUALI SONO I MEZZI DI COMUNICAZIONE UTILIZZATI PER CREARE RETE?

Il Network Giovani Ingegneri comunica mediante Google Groups, Google Drive, Whatsapp e gruppo Facebook privato e pagina Facebook. La comunicazione del Network Giovani Ingegneri avviene principalmente mediante lo strumento del Google Groups, in cui è caricata la mailing list del Network Giovani, trasmessa dal Consiglio Nazionale. Il Google Groups ha tale valore e valenza per lasciare traccia dei flussi delle comunicazioni tra i vari partecipanti e favorire gli ingressi di nuovi membri in cui facilmente possono vedere tutto lo storico dei lavori svolti nelle Officine. Il Network Giovani Ingegneri è dotato di gruppo di redazione e piano editoriale per la comunicazione delle proprie idee, attività e proposte, mediante pubblicazione di articoli su riviste e social network, nonché sul sito del CNI e sulla rivista “L’ingegnere italiano”. La redazione pubblica articoli in seguito a confronto con il referente CNI alle politiche giovanili, che sovrintende i lavori della redazione stessa e ne approva il piano editoriale. Uno o più membri attivi o individuati nella figura dei coordinatori delle Officine gestiscono la pubblicazione su riviste o social, previo confronto e coordinamento con il gruppo di redazione e con il referente CNI alle politiche giovanili.

CI SONO DEGLI INCONTRI PROGRAMMATI PER DISCUTERE LE TEMATICHE E LE IDEE AFFRONTATE?

Il Network Giovani Ingegneri si incontra periodicamente in assemblee nazionali convocate dal CNI o su proposta dei singoli ordini territoriali, che previa approvazione del CNI, si impegnano ad ospitare i lavori del Network al fine di favorire la crescita delle singole commissioni presenti nel territorio e la conoscenza del territorio stesso. Il Network lavora durante tutto l’anno in seguito alla continua elaborazione di idee che si concretizzano in documenti all’interno delle Officine, mediante Google Groups, Google Drive e Conference Call.

COS’È PER TE NETWORK GIOVANI INGEGNERI?

“… una rete nazionale di condivisione di problematiche, soluzioni, innovazioni e proposte atte a far acquisire consapevolezza e sensibilizzazione a chi ci governa” (Gabriele Lo Cacciato, Palermo)

“...una Rete costituita da persone, idee e linguaggi che siano rappresentativi dei differenti contesti professionali presenti sul territorio italiano. Partendo dalla condivisione e sovrapposizione di idee provenienti dalle singole Commissioni Giovani dei vari Ordini d’Italia, la Mission del NGI è sviluppare determinate attività affinché i relativi risultati, arricchiti del valore aggiunto dato dal Network, possano ricadere nel tessuto professionale territoriale” (Matteo Contu e Stefano Zuddas, Cagliari)

“...il luogo dove condividere idee, iniziative e progetti, innovativi e concreti, per la categoria e la società” (Ettore Nardi, Napoli)

“…è Rete, è possibilità di novità, rinnovamento, confronto, crescita, aggiornamento, interesse, passione, curiosità, impegno, opportunità; è progresso, intuizione, idea e laboratorio di idee. La grande potenza del NGI deriva dalla possibilità di essere tutto quello che chi lo compone vuole che sia.” (Beatrice Benelli, Arezzo)

“...una maglia di opportunità che attraversa l’Italia in ogni direzione...tessuta da ragazzi con la vocazione dell’ingegneria e la volontà di lavorare insieme al cambiamento e all’innovazione del sistema e della professione” (Mirka Felicioni ­ Pescara)

“..è il confronto tra diverse realtà della stessa categoria.Si configura come un piccolo e prezioso “sistema mondo” rappresentativo del pensiero e delle esperienze delle Commissioni Giovani Ingegneri d’Italia. Rete, idee, crescita, arricchimento, innovazione e valori gli ingredienti principali, in una sola espressione, un generatore di “open minds”...(Carlotta Penati ­ Milano)

“…la possibilità di creare una sinergia tra giovani ingegneri per promuovere il cambiamento, potersi confrontare su più tematiche a livello nazionale, stimolare la partecipazione dei giovani professionisti, affrontare le difficoltà quotidiane…” (Sara Arri – Savona)”

“... idee, sogni, speranza, condivisione, amicizia ma soprattutto un gruppo di professionisti con lo sguardo volto all’orizzonte e con lo spirito di un fanciullo.” (Monica Tasin ­ Trento)

“.. sono i ragazzi di un intero Paese che si riuniscono e si confrontano sul mondo dell’Ingegneria. Perché vogliono essere progettisti di futuro e tecnici di eccellenza” (Sofia Zanchetta, Aosta)

“…è spirito di condivisione e voglia di fare squadra, collaborando e attualizzando il lavoro dell’ingegnere  secondo una visione moderna e a passo con i tempi. Perché è l’unione che dà la forza e l’energia per sviluppare e risolvere differenti problematiche che i giovani ingegneri devono affrontare nel primo approccio alla professione. Lo si può vedere come un ponte strallato tra università (teoria) e applicazione professionale (pratica) dove i piloni rappresentano gli ingegneri di ieri e gli stralli siamo proprio noi giovani che di fatto reggiamo il ponte sospeso, ma siamo ancorati indissolubilmente ai piloni stessi” (Nicoletta Brillante, Messina)

COS’È  PER TE NETWORK GIOVANI E COSA RITIENI SIA PRODUCENTE FARE?

Lascia un commento sotto e entra a far parte della commissione Giovani Ingegneri di Messina.

Invia la tua richiesta d’iscrizione mediante all’indirizzo "presidenteing.messina@gmail.com"

   

Ing. Nicoletta Brillante