Commissione Urbanistica. Il Presidente Triolo incontra Dirigente e Tecnici Comunali.

01/06/2018 2503

commissione-urbanistica.jpg

Come da copione, il neo Presidente della Commissione Urbanistica di Messina Ing. Francesco Triolo in data odierna ha incontrato il Dirigente Comunale Ing. Antonio Cardia e i Funzionari demandati a tale servizio.

Incontro cordiale e operativo.

L'Ing. Cardia si è messo immediatamente a disposizione, fornendo tutte le informazioni richieste.

Si sono affrontate tutte le tematiche inerenti l'organizzazione per l'istruzione delle pratiche e le attribuzioni demandate alla Commissione Urbanistica (previste nel Regolamento Edilizio):

La Commissione esprime parere al Sindaco:

1) sulle proposte per la formazione e varianti del PRG, dei Piani Particolareggiati, del Piano delle zone per l'Edilizia Economica e Popolare, dei Piani di Recupero, dei Piani di Lottizzazione, dei Piani per Insediamenti Produttivi;

2) sulle proposte di convenzione relative ai progetti di cui al punto a)

3) su tutte le questioni di carattere urbanistico riguardanti il territorio comunale;

4) sulle proposte di varianti al Regolamento Edilizio e sue interpretazioni.

Si rammenta che il parere della Commissione Urbanistica è un atto obbligatorio e non vincola l'amministrazione ad adottare in conformità ad esso i provvedimenti di propria competenza.

Come da indirizzo dell'Amministrazione De Luca e dell'attuale Presidente, si vorrebbe che la fase istruttoria da parte dei Tecnici Comunali terminasse con un giudizio (parere) sulla fattibilità dell'intervento, senza limitarsi esclusivamente a fornire informazioni e dati che dovranno essere "elaborati" dalla nominata Commissione.

Su esplicita richiesta del Presidente Triolo in merito al carico di lavoro attuale e pregresso al fine di operare in tempi rapidi, il Dirigente Ing. Cardia ha replicato che ATTUALMENTE NON ESISTONO PROGETTI DA INOLTRARE ALLA COMMISSIONE URBANISTICA.

Sicuramente non per colpa dell'Ufficio, ma derivante, sia della grande crisi economica in atto, che da tutti i vincoli e Norme che ricadono all'interno del territorio Messinese.

I pochi, ma lungimiranti progetti da tempo presentati presso il Dipartimento, giacciono "fermi" in attesa di pareri propedeutici per l'istruzione (una tra tutti la VAS).

Si aggiunga che il nuovo Piano Paesaggistico porterà ad una revisione delle autorizzazioni già rilasciate comportando tempi ancora più lunghi.

Nonostante ciò, a breve verrà convocata la prima riunione della Commissione che prevedrà l'insiamento ufficiale.

Le premesse per fare bene ci sono, l'Ing. Cardia e i rispettivi Funzionari hanno dimostrato capacità e disponibilità a mettersi a servizio della C.U.

Mancano gli investimenti e i progetti adattabili a un territorio "vincolato" fin troppo che permetta una ripresa dell'edilizia a Messina.