Sosteniamo gli Ospedali Messinesi #AndràTuttoBere

Ci ha contattati il collega Ing. Gabriele Mamazza raccontandoci dell’iniziativa che stanno realizzando un gruppo di ragazzi Messinesi in favore degli Ospedali Messinesi con una raccolta fondi.
Ingenio Messina dando un piccolo contributo comunicativo spera nel massimo sostegno di tutti per un’iniziativa lodevole.

1photo-2020-03-17-18-37-59.jpg
#Iorestoacasa … questo l’hashtag ufficiale che è entrato a far parte della quotidianità del popolo italiano.
Giorno dopo giorno, l’Italia sta affrontando l’epidemia COVID-19.
Un virus dal contagio veloce e fulminante che sta lasciando, dietro di sé, un lungo elenco di vittime.
In un periodo storico nel quale ogni cittadino italiano è chiamato a fare la sua parte e dare il suo contributo, tre sono gli aspetti fondamentali e decisivi in questa triste vicenda: la prevenzione, la solidarietà ed il rapporto umano.
Su queste basi, sette ragazzi messinesi hanno ideato l’iniziativa #AndràTuttoBere per lanciare un messaggio forte di fronte a questa situazione d’emergenza.
A partire dalle ore 19:30 di venerdì 20 marzo, si ritroveranno in videochiamata per trascorrere del tempo insieme rigorosamente da casa propria.
Un modo per restare uniti e preservare quei rapporti umani così importanti in queste settimane di difficoltà.
L’intera iniziativa ha l’obiettivo finale di promuovere la solidarietà e sostenere le strutture ospedaliere messinesi.
Per raggiungere questo scopo, viene promossa la raccolta fondi “COVID19 – Un posto letto per gli Ospedali di Messina”

(https://www.gofundme.com/f/covid19-un-posto-in-piu-negli-ospedali-di-messina)

ideata da Maria Grazia Sindoni docente di Linguistica Inglese presso l’Università degli studi di Messina.
Una collaborazione che nasce dalla voglia di fare la differenza in un momento in cui la paura può prendere il sopravvento.
L’evento di venerdì 20 marzo rappresenta il secondo appuntamento dell’iniziativa, dopo il grande successo ottenuto nell’esordio del 14 marzo con quasi cinque mila euro raccolti in appena 24 ore.
Attraverso l’uso delle app Instagram, Facebook, Skype, Facetime, i promotori vogliono sottolineare l’importanza del rimanere a casa e la voglia di riunirsi online per passare del tempo con chi si vuole bene.
Dopo il grande coinvolgimento del primo appuntamento che ha varcato anche i confini messinesi, l’auspicio dei promotori è quello di poter allargare il raggio d’azione dell’iniziativa e promuoverla anche in altre realtà cittadine nel resto del paese.