Accordo GSE e CNI: istituito tavolo tecnico permanente sulle tematiche dell’energia

19/06/2015 1985

È stato firmato oggi, 19 giugno, in occasione della 1 Giornata Nazionale dell’Energia,  il Protocollo d’Intesa tra il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e il Gestore dei Servizi Energetici.

Alla firma del documento, il presidente del CNI, Armando Zambrano, e il presidente del GSE Nando Pasquali.

Con la firma della convenzione cresce il peso degli ingegneri nei settori dell’efficienza energetica, delle fonti rinnovabili e più in generale dell’energia grazie all’istituzione di un tavolo tecnico permanente di consultazione nella definizione delle regole applicative.
 
Cosa prevede la Convezione
Secondo il protocollo infatti le parti si impegneranno ad avviare le seguenti attività:
 
a. l’istituzione di un tavolo tecnico permanente di consultazione nella definizione delle regole applicative, in capo al GSE, che regolamentano i settori della produzione fotovoltaica, dei certificati bianchi, del conto termico, della cogenerazione e di confronto sull’interpretazione delle relative normative applicative;
 
b. l’organizzazione di seminari, dibattiti ed eventi, nonché di corsi di formazione tecnica e normativa, rivolti sia agli iscritti agli Ordini degli Ingegneri sia al personale tecnico del GSE, nell’ambito delle tematiche dell’efficienza energetica, del monitoraggio della disciplina, delle fonti rinnovabili e delle politiche energetiche europee;
 
c. la valorizzazione del patrimonio informativo attraverso l’istituzione, da parte del GSE, di un canale dedicato a favore del CNI e la possibilità di veicolare, tramite i rispettivi siti Internet, le pubblicazioni ed i Convegni di ciascuna delle Parti ;
 
d. il riconoscimento di crediti formativi (obbligatori per l’aggiornamento professionale degli iscritti all’Ordine) sulla formazione specialistica erogata ai tecnici del GSE, iscritti all’albo degli Ingegneri, anche quando non è direttamente svolta dal CNI, secondo criteri, tempi e modalità da individuarsi tramite accordi esecutivi successivi tra le Parti e nel rispetto del Regolamento per la formazione continua approvato dal CNI ai sensi dell’art.7, comma 3, del DPR 7 agosto 2012 n.137.
 
"La figura dell’ingegnere – ha dichiarato Nando Pasquali – costituisce un importante punto di riferimento per una società come il GSE che si occupa di materie altamente tecniche. Confidiamo quindi nel supporto del CNI per la corretta divulgazione delle attività da noi gestite. Proprio per questo il GSE valorizzerà il proprio patrimonio informativo con l’istituzione di un canale dedicato a favore del Consiglio Nazionale degli Ingegneri. "

"Le analisi del nostro Centro Studi – afferma Zambrano - dimostrano come proprio dall’efficienza energetica e l’economia che le ruota intorno, può venire un impulso notevole dal punto di vista occupazionale. Dati confermati anche da altre ricerche che attestano come andando nella giusta direzione da qui ai prossimi anni si potrebbe raggiungere la considerevole cifra degli 800 mila addetti. Tutti distribuiti in diversi comparti: dall’industria manifatturiera e meccanica, a quella delle costruzioni, fino allo stesso settore automobilistico e dei trasporti in generale, in pratica il cuore pulsante del manifatturiero nazionale."