Servizi di ingegneria e architettura, ci siamo: l'Anac pubblica le linee guida definitive

16/09/2016 7612

Parametri obbligatori per i compensi e una serie di misure per favorire la massima partecipazione alle gare: varato in via definitiva il testo di riferimento per i servizi di ingegneria e architettura del Nuovo Codice Appalti

Le prime linee guida definitive del nuovo Codice Appalti (d.lgs 50/2016), approvate dall'Anac, sono quelle relative ai servizi di ingegneria e architettura. L'Autorità le ha licenziate in via definitiva, dopo il passaggio di rito al Consiglio di Stato e presso le commissioni parlamentari: si tratta di un documento indispensabile sia per i professionisti che per le pubbliche amministrazioni, chiamate a destreggiarsi al meglio tra la definizione dei bandi e la gestione delle gare in maniera chiara, trasparente e senza contestazioni.

SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA: SCARICA LE LINEE GUIDA ANAC DEFINITIVE

Rispetto alla prima bozza, quella varata a fine giugno, il testo definitivo introduce qualche novità, ma in larga parte conferma l'impianto generale messo anche in consultazione tra gli operatori. L'indicazione chiave è quella relativa al calcolo dei compensi da porre a base delle gare, il cui riferimento sono i "parametri" contenuti nel DM Giustizia del 17 giugno 2016 che ha aggiornato il vecchio DM 143/2013.

L'autorità 'obbliga' le amministrazioni ad usare le tabelle del decreto in questione per determinare gli onorari di architetti e ingegneri, ma qui il Codice Appalti fornirebbe qualche facoltà in più alle PA: in definitiva, le tabelle vanno rispettate con l'avvertenza che i compensi posti a base di gara non devono mai superare l'importo dei vecchi minimi.

Le linee guida confermano anche tutta un'altra serie di misure per la massima partecipazione alle gare e un'indicazione sulla sicurezza, ossia:

  • possibilità per le amministrazioni di sostituire la richiesta di un fatturato minimo con una copertura assicurativa contro i rischi professionali calcolata in percentuale rispetto al costo delle opere da progettare;
  • prevedere sempre criteri di valutazione capaci di valorizzare gli elementi di innovatività delle offerte presentate, per consentire possibilità in più ai giovani professionisti;
  • inserire, nei bandi, la richiesta di prevedere sempre la presenza di un geologo nel gruppo di progettazione per aumentare il grado di sicurezza di costruzione degli edifici.

SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA: SCARICA LE LINEE GUIDA ANAC DEFINITIVE