Fibre DRAMIX e pavimenti industriali: Durabilità, Sicurezza e Innovazione

Leon Bekaert 25/05/2017 3852
Le fibre agiscono come un punto di sutura nel calcestruzzo ed impediscono la propagazione delle fessure nella pavimentazione: in particolare le fibre d’acciaio costituiscono un rinforzo che si distribuisce in modo omogeneo all’interno del calcestruzzo e che lo trasforma in un materiale duttile, con alta resistenza a trazione post-fessurazione, con resistenza all’impatto e a fatica. 

 

A differenza delle fibre macrosintetiche, l’acciaio con il suo modulo elastico 7 volte maggiore di quello del calcestruzzo è in grado di contenere le aperture di fessurazione a parità di carico applicato. Inoltre materiali come il polipropilene sono soggetti a scorrimento viscoso, ossia già a temperatura ambiente si registra una deformazione sostanziale che li rende inadatti all’impiego in pavimenti esterni. 
Con l’impiego di SFRC (Steel FibersRenforced Concrete) è possibile, a volte, evitare completamente la rete elettrosaldata rendendo il getto della pavimentazione più veloce, sicuro e meno oneroso: la lastra è più sottile, si può scaricare a canala, si può utilizzare la laser-screed, evitando tutti i problemi di posizionamento della rete!
Ogni pavimento industriale ha necessità molto specifiche: dalle superfici impermeabili impiegate nel settore chimico alle fondamenta per scaffalature autoportanti avanzate. I pavimenti moderni hanno una funzione cruciale nel garantire operazioni efficienti e sicure. La nuova gamma di fibre di acciaio Dramix®offre la soluzione ideale per rinforzare pavimenti di qualsiasi tipo.

 Pavimenti standard

Nel corso degli anni, le fibre d’acciaio Dramix®3D hanno dimostrato di essere la soluzione dai costi più contenuti per il rinforzo di pavimenti industriali standard. Non è più necessario usare la rete, accorciando così i tempi di esecuzione e al tempo stesso offrendo prestazioni e durabilità eccellenti, unitamente al controllo ottimizzato delle fessurazioni.La serie 3D rappresenta una robusta soluzione per il rinforzo di pavimenti industriali indipendentemente dalla struttura dell’edificio, in presenza di normali requisiti di portata e di carichi dinamici. Le fibre 3D offrono prestazioni e durabilità eccellenti eliminando la necessità di ricorrere a tradizionali soluzioni di rinforzo più costose e dai tempi di posa più lunghi. Al tempo stesso, è possibile ottimizzare lo spessore delle lastre di calcestruzzo, ottenendo ulteriori riduzioni dei costi del materiale e di costruzione.La serie Dramix®3D consente di costruire pavimenti senza giunti di contrazione e perfettamente piani per magazzini a scaffalature alte e traffico molto intenso, nel modo più economico senza ricorrere a reti elettrosaldate e con uno spessore minimo di calcestruzzo.Grazie ai suoi valori eccellenti di resistenza agli urti e al controllo delle fessurazioni, la serie 3D offre anche una soluzione dai costi contenuti per applicazioni più complesse come aree di stoccaggio a bassa temperatura.


 Amazon (UK), 77.000m2, jointless

 

Pavimenti ad alto carico di esercizio

I normali pavimenti industriali quasi sempre vengono progettati per rispondere ai requisiti di carico previsti, mentre le specifiche di carico in esercizio in genere vengono soddisfatte in fasi successive di definizione dei dettagli e di esecuzione.Tuttavia, esistono pavimenti con elevati requisiti di carico in esercizio per i quali sono obbligatorie ulteriori considerazioni riguardanti un controllo rigoroso delle fessurazioni (cw), mentre il metodo tradizionale non può essere applicato o è insufficiente a soddisfare i requisiti. Questo è il caso particolare dei pavimenti continui impiegati nel settore chimico e alimentare, oppure ogniqualvolta si richieda un pavimento e/o un rivestimento impermeabile. Le fibre Dramix®4D sono state progettate per ottenere immediatamente minime larghezze nelle fessurazioni: presentano la massima efficacia nell'intervallo da 0,1 a 0,3 mm per rispondere agli elevati requisiti per lo stato limite di esercizio (SLE) dei pavimenti. Costituiscono anche la soluzione consigliata per il rinforzo combinato, offrendo la soluzione che riunisce i costi più contenuti e un'efficiente impermeabilizzazione.Requisiti speciali di carico in esercizio dei pavimenti, in genere, comportano livelli elevati di rinforzo tradizionale: le fibre Dramix®4D, in combinazione con un solo strato superiore di rete elettrosaldata, rispondono al requisito di utilizzo con notevole efficienza, riduzione dei tempi e contenimento dei costi.


 LoackerGmbh. (SK), cw≤0,2mm

 

Pavimenti prestazionali

Le funzionalità uniche della serie Dramix®5D consentono di utilizzare il rinforzo con sole fibre in un'ampia gamma di nuove applicazioni: pavimenti strutturali, ambienti estremamente difficili e applicazioni tecnicamente molto complesse come platee per scaffalature autoportanti e pavimenti su pali. I pavimenti industriali in genere sono supportati direttamente dal terreno e sono completamente separati dall'effettiva struttura dell'edificio; tuttavia, in determinate situazioni questo principio progettuale non è applicabile. Condizioni del terreno scadentispesso richiedono l’utilizzo dipavimenti sostenuti da pali: senza il supporto del terreno, la portata del pavimento deve essere molto più elevata. Anche se i pavimenti sostenuti da pali in genere sono separati dall’edificio, devono rispondere ai requisiti strutturali. Infatti nelle aree sismiche, i pavimenti spesso assolvono la funzione di tiranti per gli elementi strutturali, come colonne e lastre per cui è necessario anche tenere conto delle notevoli forze dirette verso l’alto che si originano a partire dal movimento orizzontale delle scaffalature durante un evento sismico.

Gli impianti industriali e i magazzini moderniutilizzano sempre di più pavimenti che svolgono anche la funzione di fondazione della struttura principale o sono almeno parte integrale delle fondamenta. Questi pavimenti strutturali non solo devono resistere a tutti i carichi generati dalle normali operazioni ma anche a quelli esercitati dall’edificio stesso, il cui peso, insieme a quello della neve e ai carichi dovuti all’azione del vento, deve essere trasmesso in sicurezza al terreno. La resistenza ai carichi sismici rappresenta un requisito aggiuntivo ma cruciale.La serie Dramix®5D offre la soluzione ideale anche per il rinforzo di fondazioni per scaffalature autoportanti: può essere impiegata in combinazione con una rete (o anche senza) o qualsiasi altro metodo di rinforzo tradizionale. Grazie alle sue caratteristiche uniche, la serie 5D offre la resistenza e la durabilità necessarie per preservare l'integrità della struttura autoportante contro le forze verso il basso e verso l'alto dovute all'azione del vento, nonché le forze sismiche.


 MKW Gmbh.(A),s=32cm