Casa Italia e Antisismica: primi cantieri pilota e mappa dei rischi

03/07/2017 3163

Mappa dei rischi dei singoli comuni online: ad Assisi il coordinatore di Casa Italia Giovanni Azzone ha illustrato novità e progetti. A breve attese anche le partenze ufficiali dei progetti pilota a Reggio Calabria, Foligno e Feltre

Nuova mappa dei rischi e primi progetti pilota effettivi: Giovanni Azzone, coordinatore di Casa Italia, al 62esimo convegno degli Ingegneri di Assisi ha illustrato importanti novità in materia antisismica. Nello specifico, si tratta dell’istituzione di una "mappa dei rischi dei comuni italiani" online sul sito dell'Istat, nella quale saranno inseriti "gli elementi di pericolosità, la vulnerabilità degli edifici e quante persone sono soggette a rischio", e che sia "comprensibile ed accessibile per il cittadino".

L'obiettivo è la presentazione dell'indice entro la fine dell'estate o subito dopo: Azzone ha specificato che a proposito della "mappa dei rischi dei comuni" della Penisola su cui si stanno "facendo dei beta-test" prima della messa in rete nelle prossime settimane, "l'Istat ha coordinato il lavoro delle diverse amministrazioni che già oggi hanno informazioni" relative alla vulnerabilità non solo sismica, ma anche idrogeologica, come Ispra (l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) e Ingv (l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia).

Si tratta, riferisce Azzone, di "un sistema sostanzialmente geo-referenziato: io, ad esempio, posso selezionare il mio comune e capirne il livello di pericolosità", avendo a disposizione "una scheda che riassuma tutte le informazioni" e essendo in grado di effettuare "confronti con i comuni limitrofi, con le medie regionali e nazionali. Scendiamo, dunque, a livello di comune per cominciare a dare un'idea di consapevolezza" sui rischi. Lo strumento sarà online sul sito dell'Istat, e successivamente il singolo comune potrà aggiungere dei link sul proprio sito e tutte le informazioni saranno scaricabili.

In ultimo, Azzone ha auspicato "che questa diventasse materia di studio nelle scuole primarie, così che i bambini potessero studiare la scheda del proprio comune", andando poi "a verificare le sorgenti di rischio reale" del territorio, ad esempio "quali sono le possibili frane, quali sono i fiumi che possono generare alluvioni. E, infine capire quali interventi si stanno facendo" per la messa in sicurezza.

In tema di avvio dei progetti pilota nelle città di Reggio Calabria, Foligno e Feltre, già 'spoilerati' nel corso di precedenti incontri pubblici di carattere tecnico, si attende l'imminente approvazione del decreto-regolamento funzionale di Casa Italia, conferendole concretamente la possibilità di operare. Non appena la struttura sarà operativa, andranno in gara i primi bandi di gara per realizzare i dieci cantieri-pilota per "insegnare" come intervenire nel risanamento antisismico in modo "leggero", cioè attuando il miglioramento sismico senza allontanare i residenti.