Terremoti in Emilia: le attività in sito della Fondazione EUCENTRE

08/06/2012 2281

La Fondazione EUCENTRE è impegnata nelle ispezioni di strutture e infrastrutture situate nelle zone interessate dai recenti terremoti nelle provincie di Ferrara, Modena e Mantova. Il gruppo è composto da circa 25 specialisti suddivisi tra le squadre rilevamento, sperimentatori ed esperti dei servizi di trasmissione e catalogazione dei dati acquisiti (schede rilevamento, foto, georefernziazione, dati sperimentali, ecc.). Il sistema di rilevamento utilizza le procedure e la speciale tecnologia sviluppata nell’ambito dei progetti finanziati dalla Comunità Europea STEP e DRHOUSE, http://www.step.eu.com/buildsafe/it/home.

Le ispezioni vengono svolte per fasi successive, nella prima si esamina lo stato dell’edificio attraverso l’analisi visuale del danno (fessure, distacchi, espulsioni di pannelli, cedimenti fondazioni, ecc.). Nella seconda fase si utilizzano alcune tecniche di indagine sperimentale che consentono di identificare le caratteristiche meccaniche dei materiali e le proprietà geometriche degli edifici, nella terza e conclusiva fase è possibile già su campo sviluppare dei modelli semplificati di valutazione della resistenza residua dell’edificio che in seguito possono essere correlati con una PGA di collasso. Rispetto alle tradizionali ispezioni questa procedura ha il vantaggio di consentire valutazioni di maggiore accuratezza soprattutto per situazioni di particolare criticità come nel caso degli edifici strategici.

L’azione su campo è imperniata sull’uso di un laboratorio mobile dotato di strumentazione per prove su strutture e di un avanzato sistema di raccolta e catalogazione dei dati. I valutatori grazie a questo sistema possono comunicare quasi in tempo reale con il server dati presso la Fondazione EUCENTRE e fornire numerose informazioni che vengono poi condivise sul portale www.terremotoemilia.it oppure www.eqclearinghouse.org/2012-05-20-italy-it.

L’azione del gruppo, che è coordinata con le attività della Protezione Civile Nazionale e della Regione Emilia-Romagna ed è principalmente indirizzata alla valutazione del danno e dell’agibilità di strutture quali ospedali, caserme, municipi, ecc., e del sistema viario regionale.