Equo compenso per tutte le professioni, INARSIND: un perfettibile ma significativo punto di partenza

Passaggio fondamentale l’estensione dell’ equo compenso a tutti i professionisti, approvato in Commissione bilancio del Senato.
 
INARSIND ha da sempre sostenuto la necessità di vedere riconosciuto il giusto compenso a chi mette la propria professionalità a servizio della collettività.
 
Dopo la sentenza del Consiglio di Stato sul Bando di Catanzaro, che giudicava legittimo per il professionista un compenso "immateriale" in termini di ritorno di immagine, necessitava un passo che dimostrasse che la politica non volesse la morte della libera professione ma, anzi, ne riconoscesse il valore, dal momento che ne vuole fare strumento di semplificazione ed efficientamento mediante la sussidiarietà.
 
Il provvedimento approvato inverte con forza la tendenza ed è il segno che il mondo dei professionisti aspettava.
 
Fondamentale sarà poi la piena attuazione della norma che non dovrà vedere i professionisti dover costantemente ricorrere ad un procedimento legale per il riconoscimento dell’equo compenso.
 
Il provvedimento dovrà poter fungere da forte deterrente in fase di negoziazione dell’incarico all’applicazione di compensi sottostimati.

Un perfettibile ma significativo punto di partenza.