Fasi Informative del Processo Edilizio Digitale - UNI 11337

BIM - La norma UNI 11337: istruzioni per l’uso
Con l’obiettivo di analizzare il quadro normativo nazionale sul BIM e la digitalizzazione del settore delle costruzioni INGENIO insieme ad Alberto Pavan, coordinatore UNI dei lavori di produzione di questa norma, realizza una serie di articoli di approfondimento. Il piano editoriale prevede sia un’analisi di ogni singola parte della norma, che l’approfondimento anche di tematiche trasversali per comprendere fino in fondo l’utilità e l’uso di queste norme. L’autore si è reso disponibile anche ad analizzare e valutare eventuali osservazioni o richieste di chiarimento che dovessero giungere in redazione ad INGENIO da parte dei lettori.

Fasi Informative del Processo Edilizio Digitale - UNI 11337-1:2017
Pochi ci riflettono e anzi quasi tutti sorvolano di affrontare un aspetto della PAS 1192-2:2013 che ha contribuito, invece, a by-passare un momento di forte criticità nell’applicazione del BIM e nella transizione dall’approccio tradizionale.

Ma facciamo un passo indietro. Nelle AIA e poi nelle BIMForm Specification (USA) è chiaro che, col BIM, la misura dell’avanzamento progettuale viene trasferita dal “progetto” (opera) agli “oggetti” in esso contenuti (sistemi e componenti). Il BIM introduce, al posto delle scale (sistema grafico), i LOD Level Of Developomet/Detail/Definition (sistema informativo; grafico e non grafico). Tralasciando al momento la problematica legata alla distinzione di Developomet/Detail/Definition (di cui parleremo in un futuro articolo) i LOD statunitensi sono quindi chiaramente riferiti agli “oggetti” del modello e non al “modello” in sé.

Ciò comporta, in vero, la mera esplicitazione di una prassi sempre esistita nella progettazione ma altrettanto sottaciuta. Modelli di differenti discipline, ma riferiti al medesimo livello progettuale, possono naturalmente contenere oggetti a LOD differenti tra loro. Così come, da sempre, in un progetto tradizionale, a livello “definitivo”, vi sono elementi architettonici ad un grado di avanzamento ed altri elementi, impiantistici o strutturali, progettati e raffigurati ad un altro grado di avanzamento (superiore od inferiore che sia è indifferente). Al livello “definitivo” l’avanzamento progettuale di un muro è differente da quello di un pilastro o da quello di una caldaia. Il progetto, quindi,da sempre, assume un determinato livello di avanzamento complessivo, mentre i suoi singoli elementi presentano differenti avanzamenti puntuali. Con il “BIM” il problema non si dissolve, ovviamente.

Il BIMForum, in un approccio ortodosso “BIM”, si occupa degli oggetti. Di soli quelli. Secondo l’approccio USA è pertanto evidente che non si può parlare di “modelli” al LOD 200 o 300 ma di singoli oggetti a quel o quell’altro LOD (200, 300, ecc.). Ma se appartengono questi oggetti a LOD differenti appartengono tutti allo steso modello, il modello, in sé, a che livello si trova? Sembra banale, misuri nel dettaglio gli atomi, ogni atomo, potrebbe non interessarti esista o sia definibile la misura della somma. E questo pare ancora essere l’approccio statunitense consolidato.

Ma se sei nel 2013 e rappresenti una specifica tecnica di carattere digitale (PAS 1192-2) appartenente comunque al corpo normativo sulla progettazione architettonica ed ingegneristica britannica (BS 1192-1:2007) il problema non è così banale. Sei parte di un sistema che, soprattutto nel 2013, non ragiona certo per oggetti (che praticamente ancora non conosce) ma per progetti. Ed in particolare, ragiona su consolidati livelli di avanzamento dei progetti (Riba Plan of Work), sui quali poi si muove, così come in Italia, tutto l’apparato di misurazione della contrattualistica, delle prestazioni/servizi e degli onorari. Se hai o non hai raggiunto il livello di avanzamento richiesto contrattualmente (o per legge) dal committente,e sul quale verrai pagato, non è argomento così banale e facilmente modificabile in funzione del BIM.

La RIBA (Royal Institute of British Architects) ha in UK un consolidato sistema di avanzamento progettuale su cui si muovono contratti, onorari, ecc. (Outline Plan of work, 2007; Plan of Work, 2013). Quello attuale (2013) è un sistema basato su 8 livelli (o stage) che rappresentano l’intero processo delle costruzioni: 0, Strategic Definition; 1, Preparation and Brief; 2, Concept Design; 3, Developed Design; 4, Technical Design; 5, Construction; 6, Handover; 7, In Use. Ogni stage si articola poi in 8 task.

fasi-prog-pavan1.JPG 
Figura 1 - RIBA, Plan of Works, 2013

Al momento di definire la PAS 1192-2, la RIBA, pose con preoccupazione questo argomento che rischiava, allora, di bloccare un sistema per loro fortemente strutturato e consolidato oltre che appena ridefinito od in via di ridefinizione rispetto al 2007.
È per questo che nella PAS 1192-2 i LOD non sono, in vero, riferiti agli “oggetti” (come per il sistema USA: AIA e BIMForum) ma sono, invece, riferiti al “modello”: Level of - model - Definition (o Detail).

I LOD (Definition) del modello, secondo la PAS (1192-2:2013; par. 9.8 Levels of model Definition e 9.9 Levels of model Detail and model Information),non hanno una numerazione (come siamo invece abituati a riconoscerli) e sono come segue definiti: Brief; Concept; Design; Definition; Build and Commission; Handover and close-out; Operation and in-use. Ogni LOD si articola poi in 13 task.

 fasi-prog-pavan2.JPG
Figura 2 - PAS 1192-2:2013, Level of Model Definition

Nella PAS, rispetto alla RIBA, vi è uno stadio in meno (si perde il primo: 0, Strategic Definition). Nella stessa PAS, inoltre, nella figura n. 20 (pag. 35) viene in seguito riprodotta la struttura dei LOD di modello (e dei relativi task) dove, però, la loro denominazione si differenzialeggermente rispetto al testo (pag. 33, 34), divenendo: Brief; Concept; Developed Design; Production; Installation; As constructed; In-use.

I LOD (del modello) della PAS non presentano una classificazione definita (potendosi questa al massimo ricondurre alla numerazione dei paragrafi della specifica tecnica stessa: par. 9.9.1 e seguenti ).
L’attribuzione dei LOD agli “oggetti”, sull’esempio dell’AIA e del BIM Forum, per il sistema britannico è stato introdotto solo successivamente al 2013, nel BIM Toolkit (2014-15). Il sistema di LOD (Detail) e LOI (information) UK, per gli oggetti e non per i modelli, è quindi del BIM Toolkit e non della PAS 1192-2. In questo caso i LODetail e LOInformation, degli oggetti, prendono una numerazione da 2 a 5: 2-Concept stage, 3-Developed design, 4-Technical design, 5-Construction, per i LOD; e da 2 a 6: 2-Concept stage, 3-Developed design, 4-Technical design, 5-Construction, 6-Operatio and maintenance per i LOI (si noti come nella prima versione del Toolkit, del 2014, i LOD - attributi geometrici - erano invece inizialmente identificati per lettera, da A a G, e solo iLOI - attributi non geometrici - per numero,da 1 a 7).

 fasi-prog-pavan3.JPG  
Figura 3 - BIM Toolkit, LOD e LOI per gli oggetti, versione 2014 (lettere e numeri) 

fasi-prog-pavan4.JPG
Figura 3a - BIM Toolkit, LOD e LOI per gli oggetti, versione 2016 (solo numeri)

Anche in questo caso si noti come la definizione di LOD e LOI degli oggetti, nel sistema britannico, resti ancora idealmente legata alle fasi di processo (si veda la denominazione), mentre nel sistema statunitense (AIA e BIM Forum, con classificazione numerica e privo di denominazione) e italiano (UNI11337-1:2017, con classificazione per lettera e denominazione: A-simbolico, B-generico, C-definito, D-dettagliato, E-specifico, F-eseguito, G-aggiornato), lo sviluppo dell’oggetto tende ad assumere un carattere proprio che ne permetta un uso potenzialmente svincolato dagli stadi e fasi del processo.

D’altro canto, però, rendere indipendente il sistema di misurazione dell’avanzamento degli “oggetti” da quello del “modello”, come idealmente richiede il “BIM”, non esime dal problema affrontato dalla PAS (LOD sui modelli) e poi parzialmente corretto nel BIM Toolkit (LOD/LOI sugli oggetti) di misurazione del “progetto/modello”. Misurazione che resta inaffrontata nelle AIA e nel BIM Forum che guardano solo agli oggetti (LOD 100; 200; 300; 350; 400; 500).

A tale fine nella norma italiana, UNI 11337-1:2017, viene affrontato il problema dello sviluppo degli “oggetti” attraverso i LOD (LOG e LOI) e quello dello sviluppo del “progetto/modello” attraverso i concetti di “obiettivi” ed “usi” dei modelli. Dando, pertanto, una risposta ad entrambe le criticità (a livello di oggetti ed a livello di progetti/modelli) completando il lavoro della PAS, non affrontato dall’AIA e dal BIM Forum. Per far ciò, nella parte 1 della UNI, vengono definiti gli Stadi e le Fasi del processo informativo delle costruzioni. Stadi e Fasi che consentono, appunto, di circostanziare detti obiettivi ed usi (misura del modello/progetto), assieme ai LOD (misura degli oggetti), nella successiva parte 4.

Processo informativo delle costruzioni:

  • STADI: sviluppo (programmazione, progettazione, produzione), esercizio;
  • FASI: 0, Esigenziale; 1 Fattibilità e sostenibilità; 2 Funzionale spaziale; 3, Autorizzativa; 4, Tecnologica; 5, Esecutiva; 6, Collaudo e consegna; 7, Gestione manutenzione.

fasi-prog-pavan6.JPG
Figura 4 - UNI 11337-1, fasi del processo informativo delle costruzioni

La definizione delle fasi informative del processo ai fini della digitalizzazione del settore non ha al momento alcuna corrispondenza con i livelli di progettazione tradizionali di cui, ad esempio, la legislazione cogente sulle opere pubbliche. Per tale motivo, appunto in riferimento alle opere pubbliche, in allegato alla parte 4 (UNI 11337-4; all. I) quali livelli dei progetti /modelli sono stati riportati i livelli di sviluppo previsti dal codice degli appalti (oggi D.Lgs 50/2016) cui sono stati fatti corrispondere specifici LOD ugualmente definiti per singole matrici di attributi (geometrici e non geometrici). In conclusione per una più agevole lettura del panorama di riferimento, si ripota un quadro sinottico delle fasi del processo, dei LOD dei modelli (progetti) e dei LOD degli oggetti secondo i sistemi metodologici britannico (PAS 1192-2:2013), statunitense (AIA, BIM Forum 2017), italiano (UNI 11337-1-4:2017).

fasi-prog-pavan7.JPG
Tabella 1 - Quadro riassuntivo PAS (RIBA), BIM Forum, UNI