Monitoraggio dell’attività acustica per la valutazione della stabilità di cavità sotterranee

13/12/2012 2809

Cristina Occhiena1, Marina Pirulli1, Claudio Scavia1, Pascal Bigarré2, Emmanuelle Klein2, Charles-Edouard Nadim2, Julien de Rosny3

 

Lo studio dei meccanismi di degrado delle volte di cavità sotterranee, che possono condurre allo sprofondamento di porzioni di terreno in superficie, ha portato all’installazione di una strumentazione sperimentale per il monitoraggio acustico, all’interno di una miniera abbandonata in Lorena (Francia). Le prime analisi, condotte sui dati registrati durante una campagna di prove in sito, hanno contribuito alla validazione del metodo mostrando che il monitoraggio acustico è in grado di individuare e captare gli eventuali distacchi di blocchi.
La ricerca, in corso di svolgimento, prevede l’approfondimento delle tecniche di analisi dei dati, attraverso l’applicazione ad altri siti strumentati, con l’obiettivo finale di localizzare le aree più attive ed i periodi di crisi, che possono precedere lo sprofondamento superficiale.

 

1 Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica, Politecnico di Torino, Italia
2 Institut National de l’Environnement Industriel et des Risques (INERIS), France
3 Institut Langevin - Laboratoire Ondes et Acoustique, France


Memoria tratta dagli Atti del Convegno IARG 2012
Incontro Annuale dei Ricercatori di Geotecnica, Padova 2-4 luglio 2012
ISBN: 978-88-89524-67-1