Qualificazione dei prodotti da costruzione innovativi: il CNR fa nascere il “certificato mondiale”

Antonio Occhiuzzi - ITC CNR 10/10/2018 3961

ITC CNR lancia la Certificazione dei materiali da costruzioni mondialeCome avviene la qualificazione dei materiali e dei prodotti da costruzione innovativi in Europa

La qualificazione dei materiali e dei prodotti da costruzione innovativi (come tali non coperti da norme di riferimento) è possibile solo rivolgendosi ai Technical Assessment Body (TAB) dell’European Organization for Technical Assessment (EOTA).

Un produttore che ha interesse a immettere sul mercato un materiale o un prodotto innovativo corredato di marcatura CE può farlo solo se ottiene una European Technical Evaluation (ETA) rilasciata da un TAB sulla scorta di una norma specifica di prodotto, denominata European Assessment Document (EAD), redatta dal TAb nell’ambito dell’EOTA.

In questo modo un produttore può dotare un prodotto innovativo della marcatura CE, apprezzata, oltre che in Europa, nel Medio Oriente e nella penisola arabica.

Come avviene la qualificazione dei materiali e dei prodotti da costruzione innovativi negli USA

Negli Stati Uniti esiste un procedimento di qualificazione per i materiali e i prodotti da costruzione innovativi analogo a quello esistente in Europa. L’Ente statunitense che si occupa della questione è ICC-ES, una società parte dell’International Code Council.

La qualificazione dei materiali e dei prodotti innovativi da parte di ICC-ES è apprezzata, oltre che negli Stati Uniti, nell’intero continente nordamericano, nel Centro e nel Sud America e in larghe porzioni del continente asiatico. 

Nasce il certificato "globale"

Il principale TAB italiano, l’Istituto per le Tecnologie della Costruzione del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ITC-CNR) ha da tempo avviato una collaborazione con ICC-ES per permettere ai produttori interessati di seguire un percorso parallelo di qualificazione dell’innovazione: redazione della norma specifica di prodotto, attività di prova e certificazione avvengono contemporaneamente e di intesa tra ITC-CNR e ICC-ES in modo che un produttore possa ottenere simultaneamente la certificazione europea e statunitense che corrisponde, per quanto detto, ad una sorta di “certificazione mondiale”.

In assoluto, il primo di questi certificati globali è stato ottenuto da un’azienda italiana operante nel campo dei compositi per il rinforzo strutturale.

ITC-CNR e ICC-ES hanno deciso di formalizzare le attività comuni con un accordo formale: pertanto, ITC-CNR diventa compartecipe dell’attività normativa americana per i prodotti da costruzione innovativi offrendo al sistema dei produttori italiani un inedito canale di accesso al mercato americano per l’industria dei materiali da costruzione, una parte di “made in italy” meno conosciuto dell’alta moda, ma quasi altrettanto importante per volumi di esportazione.

La firma dell’accordo tra ITC CNR e ICC-ES avverrà nel corso di una cerimonia formale presso l’Università di Miami, partner consolidato sia di ITC-CNR che di ICC-ES, il 15 gennaio 2019.

L’evento è organizzato dal consolato di Italia a Miami e dalla Camera di Commercio Italo-Americana.

Alla cerimonia saranno presenti oltre ai vertici delle organizzazioni interessate, l’International Council Code – Evaluation Services ed il Consiglio Nazionale delle Ricerche, esponenti del governo americano e della rappresentanza diplomatica italiana negli Stati Uniti, nonché una rappresentanza di industriali italiani con interessi radicati in Nord e Sud America.