Più comfort negli ambienti e meno costi grazie ad un innovativo regolatore climatico

30/01/2019 818

Da Cool Projects il Multicon Bas, un regolatore del benessere climatico

La società romana, specializzata in Building Automation, ha realizzato un nuovo sistema hardware e software che consente di generare le migliori condizioni di comfort negli ambienti di lavoro e ottimizzare i costi dei consumi energetici.

Cool Projects, società specializzata in Project Management e Building Automation, ha realizzato nell’ambito dell’attività di ricerca e sviluppo denominata Multicon FRL, in collaborazione con la società Idea75, un innovativo sistema di regolazione climatica: MulticonBAS

“Il miglioramento del comfort termico nei luoghi di lavoro e il contenimento dei consumi energetici - spiega Maurizio La Motta, General Manager di Cool Projects - è un aspetto che sempre più aziende tendono a curare con maggiore attenzione nell’ambito della Building Automation. L'organizzazione delle nostre attività quotidiane ci costringe spesso a trascorrere gran parte della giornata in ambienti confinati e in presenza di clima artificiale. La realizzazione di condizioni di comfort all'interno di tali ambienti è, pertanto, un’importante specifica progettuale della quale devono tenere conto sia le soluzioni edilizie che quelle impiantistiche”.

Partendo da questo presupposto Cool Projects ha posto alla base della ricerca lo sviluppo di un regolatore Fuzzy Logic (FLR) per il sistema Evolution-Multicon, prodotto di punta delle attività di ricerca e sviluppo di Cool Projects, che, integrando le informazioni acquisite da gruppi di sensori installati all'interno di un edificio, garantisce le migliori condizioni termoigrometriche ottimizzando i costi energetici.

multicon-bas-1.jpg

“Vorrei inoltre sottolineare - aggiunge La Motta - che questo innovativo sistema ha consentito di accedere alle agevolazioni concesse in forma di credito di imposta, un’opportunità attribuita a tutte le imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo a partire dal periodo d’imposta 31 dicembre 2014 al 31 dicembre 2020. Il beneficio spettante viene calcolato come differenza positiva tra l’ammontare complessivo delle spese per investimenti in attività di ricerca e sviluppo sostenute nel periodo d’imposta in relazione al quale si intende fruire dell’agevolazione e la media annuale delle medesime spese realizzate nei tre periodi d’imposta precedenti”.

Che cos'è Multicon BAS

Multicon BAS è un innovativo sistema hardware e software che consente di superare quei problemi che prodotti similari hanno finora incontrato a causa della forte non linearità del fenomeno della variazione delle condizioni di benessere climatico all'interno di un ambiente, della significativa dipendenza del livello di comfort percepito da fattori di tipo personale e della difficoltà di gestire contemporaneamente tutti gli apparati presenti nell’ambiente indoor che concorrono al soddisfacimento delle esigenze degli utenti e al loro comfort. 

Le normative vigenti, inoltre, impongono condizioni standard di temperatura e umidità relativa per garantire le condizioni di benessere, nello specifico:

  • stagione invernale: temperatura 21°C con uno scarto di 2°C e umidità relativa del 45%;
  • stagione estiva: temperatura 25°C con uno scarto di 2°C e umidità relativa del 60%.

Tuttavia, spesso gli utenti lamentano condizioni di malessere dovute a percezioni di troppo caldo o troppo freddo rispetto a tali parametri per ragioni soggettive dovute a situazioni misurabili, ma anche a condizioni non determinabili. Un esempio di parametro misurabile è la differenza di temperatura tra gli ambienti interni e le condizioni esterne, mentre una situazione non prevedibile è l’umore della persona che può influenzare la percezione delle reali condizioni ambientali.

Il nuovo Multicon BAS è nato proprio con l’intento di superare tutte le limitazioni sopra descritte.

Come è composto Multicon BAS

Il primo obiettivo è stato lo sviluppo di un sistema hardware, made in Cool Projects, che consente:

  • di integrare all’interno di un’unica unità di controllo tutte le interfacce necessarie a gestire ogni dispositivo presente all’interno di uffici o ambienti industriali; 
  • di supportare contemporaneamente molteplici protocolli di comunicazione standard in aggiunta a quelli più comuni disponibili sul mercato in ambito di Building Automation, quale il MODBUS

multicon-bas-6.jpg

L’hardware è inoltre associato a un sistema software:

  • contenente tutte le logiche di controllo necessarie per la regolazione climatica in funzione del locale specifico in cui è installato e dei correnti parametri ambientali;
  • in grado di risolvere il disallineamento tra quanto descritto nelle normative vigenti in termini di benessere, in primis termoigrometrico, e la reale percezione di benessere da parte di chi vive in tale ambiente, senza snaturare le indicazioni imposte dalle normative;
  • in grado di ridurre il consumo energetico dovuto all’utilizzo errato delle risorse a disposizione dell’utente.

multicon-bas-2.jpg

Sono state adottate tecniche a carattere innovativo basate su regolatori a logica fuzzy, indicati anche con l’acronimo FLR, i quali, rispetto ai classici regolatori, hanno il vantaggio di poter definire delle variabili linguistiche associate a opportuni insiemi - fuzzy set - che, unitamente a logiche appositamente sviluppate, permettono di migliorare la percezione di benessere da parte dell’utente. Il punto di forza di un sistema basato su logica fuzzy risiede nell’abbandono della teoria classica degli insiemi formulata da Eulero nella quale il concetto di appartenenza a un determinato aggregato si riferisce unicamente alla condizione VERO-FALSO.

La logica fuzzy ha il vantaggio di assegnare un valore, detto grado di appartenenza, al concetto di insieme. Ecco che i termini CALDO, FREDDO e BENESSERE assumono varie gradazioni in base alla temperatura percepita e quindi un utente può dire di essere in una condizione di BENESSERE al 70% o al 50%, e contemporaneamente affermare di percepire FREDDO al 30%.

Per massimizzare, da un punto di vista qualitativo, le performance del sistema sono state effettuate delle misure sul numero d’interventi giornalieri effettuati dagli utenti per modificare il funzionamento del sistema di termoregolazione. Si è notato che il sistema implementato consente di ridurre di circa il 30% il numero di modifiche rispetto a un termostato con controllore PID classico riducendo, di conseguenza, la percentuale di insoddisfazione personale (PPD). 

Dove è stato applicato

Le prime applicazioni del sistema hanno dato i risultati previsti in termini di risparmio energetico. Un 20% di consumi in meno è stato riscontrato sia presso il palazzo originariamente progettato dall’arch. Lafuente (di proprietà di Valle Giulia RE), oggi sede della Esso Italiana e altre primarie compagnie nel settore Oil & Gas, sia nella sede di ALD Automotive (il cui edificio è di proprietà della Immobilcinque Srl).

multicon-bas-4.jpg