Le dimore storiche oggi: una giornata di studio dedicata al tema della conservazione degli edifici vincolati

La conservazione delle dimore vincolate in rapporto alle odierne esigenze di adeguamento funzionale

» A Firenze il 13 giugno Auditorium di Santo Stefano al Ponte
 
edificio-storico.jpg
Una giornata di studio, promossa da Associazione Dimore Storiche Italiane in collaborazione con la Soprintendenza di Firenze, il Dipartimento di Architettura dell'Università di Firenze, la Fondazione Architetti Firenze, dedicata al tema della conservazione delle dimore vincolate in rapporto alle odierne esigenze di adeguamento funzionale.

I lavori saranno conclusi da una tavola rotonda coordinata da Emanuela Rosa-Clot, Direttore di Bell'Italia con Eike Dieter Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eugenio Giani, Presidente Consiglio Regionale della Toscana, Alessandra Marino, Dirigente MIBAC, Giacomo di Thiene, neo eletto Presidente nazionale A.D.S.I., Saverio Mecca, Università di Firenze.
 

Dimore Storiche: conservare e riqualificare gli edifici sottoposti a tutela

Gli edifici sottoposti a tutela, nel loro complesso, costituiscono una parte rilevante del patrimonio culturale del territorio italiano. I proprietari di Dimore Storiche vincolate sono spesso impegnati a sostenere interventi sempre più onerosi e di difficile sostenibilità per la loro conservazione e riqualificazione. Inoltre sono costretti, per oggettiva necessità, all'ordinaria e straordinaria manutenzione, a continui adeguamenti in esito a nuove disposizioni di legge e infine a rendere le Dimore più funzionali e accoglienti qualora queste siano sede di attività di ricezione o aperte al pubblico.
 
Questa continua ricerca di un faticoso equilibrio fra una sostenibilità economica delle Dimore Storiche e i condizionamenti imposti dalle varie normative vigenti obbliga tutti gli operatori ad essere necessariamente sempre più aggiornati e informati sull'impiego delle nuove tecnologie, sulle regole e sui vincoli per eventuali nuove destinazioni dei locali e sulle opportunità offerte dai più recenti materiali e dalle innovative tecniche di restauro.

Il programma della giornata di studio

Il programma della giornata di studio che intende essere un momento di confronto e di illustrazione di temi utili a tutti coloro che hanno a cuore la qualificazione del territorio e delle sue Dimore prevede l'apertura dei lavori alle 10 con i saluti e l'introduzione da parte di Bernardo Gondi, Presidente ADSI Toscana.

10.00  - Apertura lavori
Bernardo Gondi, Presidente ADSI Toscana

10.15  - Conservazione e valorizzazione delle Dimore Storiche all’alba del III millennio
Andrea Pessina, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato

10.45 - Costruire un progetto di valorizzazione
Alessandro Merlo, Direttore Laboratorio “Cultural Heritage Management” del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze

11.15  - Il ruolo del professionista architetto tra la conservazione dei valori culturali e le nuove esigenze funzionali
Antonio Bugatti, Fondazione Architetti Firenze

11.45 - Energia e patrimonio storico: un equilibrio delicato
Lucia Corti, Laboratorio di Architettura Ecologica

12.15 - TAVOLA ROTONDA CONCLUSIVA

Eike Dieter Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi
Eugenio Giani, Presidente Consiglio Regionale della Toscana
Alessandra Marino, MIBAC - Dirigente Servizio III - Tutela del patrimonio storico, artistico e architettonico Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio
Giacomo di Thiene, Presidente ADSI   
Saverio Mecca, Università di Firenze,Direttore Dipartimento di Architettura

coordina Emanuela Rosa-Clot, Direttore rivista “Bell’Italia”

13.15  - Chiusura lavori
Bernardo Gondi, Presidente ADSI Toscana

Segue rinfresco

Comitato scientifico
Antonio Bugatti, Susanna Caccia Gherardini, Lucia Corti, Sandro Danesi, Bernardo Gondi, Tomaso Marzotto Caotorta, Saverio Mecca, Alessandro Merlo, Antonio Pessina, Valerio Tesi, Andrea Todorow

SCARICA LA LOCANDINA IN PDF


>>> La partecipazione è gratuita previa registrazione da inviare via posta elettronica a info@cinquesensi.it
 
Gli architetti che intendono acquisire crediti formativi CFP potranno ricevere informazioni contattando la segreteria della Fondazione Architetti Firenze Tel. 055/215653, Email segreteria@fondazionearchitettifirenze.it
 
 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su