Come garantirsi calcoli corretti - IMU e TASI - prima della 1° scadenza del 17 giugno 2019?

13/06/2019 906

Ogni contribuente si trova spesso ad affrontare calcoli complessi caratterizzati da diversi fattori di non facile interpretazione, primo fra tutti, nell’analizzare il caso concreto, riuscire a verificare chi è tenuto e chi è esente dal pagamento IMU.

La disciplina IMU, peraltro, è sempre in costante aggiornamento e ricca di novità che coinvolgono diversi aspetti, tra cui ricordiamo, il trattamento privilegiato IMU per chi concede in locazione a canone concordato sulla base degli accordi territoriali e, recentemente, le novità di cui alla recente sentenza della Corte di Cassazione 12 aprile 2019, n.10287.

Corte di Cassazione - imponibilità IMU delle aree scoperte demaniali

Nella sentenza n.10287 del 12 Aprile 2019, la Corte di Cassazione ha ribadito il principio, già affermato nelle precedenti sentenze Cass. Civ. n.10031 e 10032 del 2017 secondo cui:

In tema di ICI, sono assoggettate al pagamento dell’imposta in quanto non classificabili in categoria E, le aree c.d. scoperte che risultino indispensabili al concessionario del bene demaniale per lo svolgimento della sua attività, atteso che il presupposto dell’imposizione è che ogni area sia suscettibile di costituire un’autonoma unità immobiliare, potenzialmente produttiva di reddito”.

Ne consegue che nella concessione di immobili del demanio portuale, in cui sono comprese tali aree scoperte, esse non sono classificabili in categoria E/1-E/9 poiché risultano indispensabili al concessionario per svolgere la propria attività imprenditoriale, risultando così produttive di reddito, pertanto escluse dall’esenzione prevista per il gruppo catastale “E”.

La Corte apre dunque la strada ad una imponibilità a fini IMU anche di aree storicamente ritenute esenti da imposta!

Anche per il 2019 riduzione di imposta per chi affitta a canone concordato

Il canone concordato è una tipologia di canone applicata in caso di affitto d’immobili a cui si applicano le condizioni stabilite territorialmente dagli accordi locali fra le organizzazioni più rappresentative dei conduttori di proprietà edilizia e inquilini.

Per i proprietari che scelgono di avvalersi di questa tipologia contrattuale, peraltro, sia a livello nazionale che a livello locale, sono, da sempre, previste agevolazioni fiscali sia sulle imposte dirette che sulle imposte indirette.

La stessa IMU è stata da subito ritoccata, a livello comunale, in senso favorevole al contribuente che locasse a canone concordato per facilitare l’accesso a detto canale contrattuale.

Recentemente, peraltro, è intervenuta anche la normativa nazionale, prevedendo una riduzione al 75% dell’imposta dovuta in base all’aliquota IMU prevista nel Comune in cui è ubicato.

Se il Comune ha quindi già stabilito un’aliquota specifica per gli immobili locati con contratto a canone concordato (solitamente ridotta), il calcolo verrà eseguito tenendo conto di tale aliquota e, successivamente, il totale dell’imposta così calcolato verrà abbattuto del 25%.

Le singole aliquote IMU Comunali

La difficoltà maggiore per il contribuente resta comunque l’individuazione della corretta aliquota IMU da applicare alla base imponibile così calcolata.

Ogni comune infatti può, anno per anno, modificare e modulare dette aliquote, all’interno di una forbice fornita dalla normativa statale, tenendo conto di variabili quale l’utilizzazione dell’immobile, distinguendo solitamente quelli tenuti a disposizione da quelli concessi in comodato gratuito o locati a canone libero o, ancora, locati con contratti a canone concordato.

Come garantirsi calcoli corretti - IMU e TASI – prima della 1° scadenza del 17 Giugno p.v.?

Per aiutare il professionista ed il contribuente in questa “giungla” di aliquote differenti da Comune a Comune la software house Geo Network srl mette a disposizione il proprio software professionale Expert IMU & TASI che consente la gestione professionale perfetta di ogni adempimento e calcolo relativi all'Imposta Municipale Propria (IMU) ed al Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI), comprendendo una banca dati di tutte le delibere comunali che stabiliscono le aliquote applicabili, aggiornata in tempo reale.

Expert IMU & TASI permette, inoltre, di calcolare sanzioni ed interessi dovuti per il ravvedimento operoso;  di compilare e stampare la dichiarazione annuale IMU prevista sulla base del modello ufficiale approvato con Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Diventa esperto in materia

Imu e tasi 2019E possibile provvedere all’acquisto del software qui e verrà iscritto subito quale partecipante al webinar “La fiscalità locale fra luci e ombre” tenuto da un tributarista esperto nel settore.

Per ulteriori informazioni sui software professionali ed altri corsi di formazione specialistici sviluppati da Geo Network consulta il sito o contattaci al numero di telefono 0187.622198. 

Per informazioni geonetwork.it