Analisi della vulnerabilità sismica degli edifici ospedalieri situati in tre Province della Regione Toscana - B13

Nel presente articolo viene descritta la procedura di analisi utilizzata dagli autori per valutare la vulnerabilità sismica degli edifici ospedalieri, di proprietà pubblica, situati nella zona centrale del territorio della Regione Toscana; in particolare sono state esaminate le strutture realizzate nelle Province di Pistoia, Prato e Firenze prima del 1984 (data di entrata in vigore della prima classificazione sismica dei Comuni a scala nazionale). Il campione consta di 222 unità strutturali, appartenenti a 32 Complessi Ospedalieri e 4 Aziende Sanitarie, per una volumetria complessiva di circa 1240000 m3. La stima della vulnerabilità sismica è stata eseguita con il Metodo dell’Indice di Vulnerabilità (Benedetti e Petrini, 1984), compilando per ciascuna unità strutturale le schede GNDT di II livello (GNDT, 1993). Gli edifici più significativi sono stati poi studiati mediante modelli analitici, stimando la PGA di collasso e infine individuando una correlazione tra i risultati delle schede GNDT di II livello ed i modelli analitici.

Per scaricare il contenuto integrale è necessario essere Socio Anidis, scopri come associarti

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su