Come mappare i dati BIM: dal Capitolato Informativo al modello IFC

Nel processo di standardizzazione delle informazioni nell’ambito di un progetto di opere edili e civili gestite in ambiente BIM, la componente gestionale della progettazione, atta a garantire la coerenza informativa dei modelli multidisciplinari, ricopre un ruolo di primaria importanza. È fondamentale, infatti, favorire il coordinamento di progetto ed evitare errori causati dalla dispersività delle informazioni messe in campo. In questo articolo scopriamo come è possibile mappare i dati BIM dal Capitolato Informativo al modello IFC.

edifici-alti_700.jpg

Gli Standard Informativi nel Capitolato informativo

È vitale, al fine di garantire la coerenza dei dati, redigere un Capitolato Informativo e, di conseguenza, un Piano di Gestione informativa, in modo da allineare tutti i soggetti alla coerenza informativa. La sezione gestionale del documento, insieme alla definizione dei livelli di sviluppo degli elementi del modello, dovrebbe quindi specificare le informazioni da associare agli oggetti di modello rispettando nomenclatura e criteri nei diversi ambiti di progetto. Gli strumenti più utili sono, dunque, le schede informative da associare ai singoli elementi del modello. Esse devono elencare i parametri necessari al raggiungimento degli obiettivi dei modelli suddivisi in appositi set informativi (e.g. Nomenclatura, Classificazione, Quantificazione, Prestazione, ecc.) in modo da semplificare il lavoro di chi gestisce, coordina e verifica il progetto.

standard-informativi-nel-capitolato-informativo.jpg

L’esportazione in IFC tramite Autodesk Revit

Il recepimento delle schede informative a livello di modellazione avviene direttamente nel software di authoring. Le soluzioni Autodesk in tal senso offrono efficienti strumenti di scrittura e mappatura dei dati di modello per la creazione di file IFC interoperabili.

Lo strumento di esportazione IFC di Autodesk Revit offre diverse soluzioni di mappatura dei dati BIM nei modelli interoperabili. Una di queste consiste nell’esportare i dati del modello che sono inseriti in specifici abachi, raggrupparli in set di proprietà (Pset) la cui denominazione può essere libera e recepire pertanto le indicazioni del Capitolato Informativo.

Ancora più efficiente risulta la mappatura delle informazioni tramite file *.txt apposito. Essa, infatti, permette, oltre a quanto specificato per l’esportazione tramite abachi, di modificare la nomenclatura dei parametri dal file di Revit al file IFC. Ciò rende decisamente più efficiente il processo in quanto permette al modellatore di utilizzare i propri standard informativi e successivamente esportarli secondo le indicazioni del Capitolato Informativo per la consegna degli IFC.

flusso-di-lavoro-per-modello-ifc.jpg

L’immagine soprastante mostra il flusso di lavoro per l’ottenimento di un modello IFC coerente con le informazioni contenute nei capitolati Informativi e nei piani di gestione informativa. 

La consulenza di One Team

One Team, nell’ambito della sua attività di consulenza, ha supportato diverse realtà quali stazioni appaltanti, progettisti e imprese nella gestione di questo flusso di lavoro a partire dalla strutturazione delle schede informative fino alla gestione della mappatura delle informazioni per l’ottenimento degli standard IFC.

Vuoi maggiori informazioni su mappatura dei dati Capitolato Informativo e modello IFC? Scrivi a marketing@oneteam.it.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su