Impermeabilizzare e proteggere le strutture in calcestruzzo degli impianti di depurazione con Penetron

Quando si progetta una nuova realizzazione o un intervento di manutenzione alle opere in calcestruzzo degli impianti di depurazione è necessario conferire tenuta idraulica e protezione superficiale da sostanze più o meno aggressive per garantire e migliorare la durabilità delle opere stesse. Ecco le soluzioni Penetron per proteggere e impermeabilizzare le vasche di depurazione in calcestruzzo.

penetron_impermeabilizzazione-cls_depuratore-motta-visconti.JPG
Intervento di risanamento e protezione superficiale delle vasche di depurazione del Depuratore di Motta Visconti (MI) con PENETRON

Come garantire la durabilità e la tenuta idraulica degli impianti di depurazione in calcestruzzo?

Che si progetti una nuova realizzazione o un intervento di manutenzione, è necessario conferire ai manufatti di un impianto di depurazione sia la tenuta idraulica alla struttura che la protezione superficiale rispetto al contatto anche continuo con sostanze più o meno aggressive, per garantire e migliorare la durabilità dell’opera.

Tradizionalmente, i trattamenti anticorrosivi per la protezione dei manufatti sono di tipo polimerico e realizzano pellicole protettive continue in adesione diretta.

La funzione dei rivestimenti resinosi, tuttavia, è esclusivamente di isolare la struttura in calcestruzzo dal contatto con le sostanze aggressive e non possono prescindere dalla perfetta adesione e continuità superficiale, che è subordinata alla presenza o meno di retrospinta capillare di umidità e alla regolarità del supporto. In condizione di spinta negativa, infatti, (frequente in quanto trattasi genericamente di strutture interrate) la posa di una barriera al vapore sul supporto sottostante diventa imprescindibile e va prevista l’applicazione di rasanti e primer capaci di aderire, indurire su superfici umide e resistere alle contropressioni capillari, rendendolo asciutto e atto a ricevere tali rivestimenti resinosi. L’omissione della stesura dei materiali denominati "fondi umidi" darà luogo nel tempo ai tipici fenomeni di degrado quali fessure, rigonfiamenti e conseguenti distacchi.

Il sistema polimerico descritto, purché rappresenti una valida soluzione, se correttamente applicato in tutti i sui strati funzionali, presenta alcuni limiti derivanti anche dalla sensibilità alle condizioni climatiche avverse e dai tempi di attesa applicativi fra le varie passate.

La vasca bianca reattiva con il Sistema Penetron® per depuratori di nuova realizzazione

In caso di depuratori di nuova realizzazione, una valida alternativa ai rivestimenti tradizionali è il Sistema della vasca bianca Penetron®, che consente di confezionare calcestruzzi già impermeabili e reattivi, grazie all’utilizzo dell’additivo Penetron® Admix e agli Accessori Complementari, che permettono di stagnare tutti i giunti e gli elementi passanti.

Penetron® Admix, grazie ai suoi componenti reattivi, utilizza l’acqua presente nell’impasto di calcestruzzo per formare una rete di cristalli di silicato idrato di calcio insolubili, che riempiono progressivamente le porosità residue del calcestruzzo. L’esclusivo fenomeno del ‘self-healing’, autocicatrizzazione delle fessure fino a 0,4 mm di ampiezza, inoltre, permette di restituire al calcestruzzo le resistenze meccaniche e di proteggere i ferri d’armatura dalla corrosione. Tali proprietà restano attive nel tempo, ogni qualvolta vi sia presenza di umidità, permettendo alla struttura di conservare tali prestazioni per tutta la vita utile di esercizio.

I vantaggi del Sistema Penetron®

I vantaggi che derivano dal suo utilizzo sono molteplici:

  • Riduzione dei tempi di cantiere;
  • Aumento della resistenza all’attacco chimico del calcestruzzo;
  • Impermeabilità per cristallizzazione del calcestruzzo in massa;
  • Effetto self-healing (attivo nel tempo per mezzo dell’umidità) garantito nel calcestruzzo;
  • Aumento della sicurezza in cantiere (non sono previsti materiali ingombranti e pericolosi da movimentare);
  • Aumento della durabilità complessiva dell'opera.

penetron_impermeabilizzazione-cls_depuratore-massazza.JPG
Depuratore di Massazza (BI) >>> SCARICA LA SCHEDA D'INTERVENTO

penetron_impermeabilizzazione-cls_depuratore-ivrea.JPG
Depuratore di Ivrea (TO) >>> SCARICA LA SCHEDA D'INTERVENTO

penetron_impermeabilizzazione-cls_depuratore-alba-adriatica.JPG
Depuratore di Alba Adriatica (TE) >>> SCARICA LA SCHEDA D'INTERVENTO

penetron_impermeabilizzazione-cls_depuratore-varedo.JPG
Depuratore di Varedo (MB)

Il risanamento e la protezione superficiale dei depuratori esistenti con PENETRON® STANDARD

Nel caso, invece, di depuratori esistenti, l’utilizzo della miscela cementizia protettiva e impermeabilizzante ad effetto cristallizzante PENETRON® STANDARD, applicato in boiacca direttamente sui calcestruzzi preparati e bagnati a saturazione, trasforma un intervento di protezione superficiale in un’impermeabilizzazione e bonifica massiva integrale dei getti, resistendo a qualunque spinta idrostatica positiva e negativa, migliorando di fatto la durabilità dell’intera opera. La speciale boiacca, per le sue peculiarità esclusive trova il suo naturale utilizzo come:

  • protettivo superficiale di strutture in immersione continua o saltuaria a contatto diretto con acqua potabile, acqua di mare e sostanze anche aggressive (pH da 3 a 11);
  • trattamento protettivo e preventivo rispetto alla formazione di muschi e licheni grazie all’elevata alcalinità dei cristalli superficiali;
  • impermeabilizzante massivo per la durabilità dei getti trattati superficialmente, asciugandoli progressivamente e aumentandone la durabilità (la progressione della densificazione delle porosità e dei capillari; utilizzando come veicolo l’acqua interna anche in controspinta, col tempo arretra la presenza della stessa fino a raggiungere la parte opposta rispetto alla faccia trattata);
  • promotore di adesione fra riporti puntuali o generalizzati con malte cementizie monocomponente fibrorinforzate e il sottostante calcestruzzo e fra i vari strati di ripristino e regolarizzazione;
  • passivante delle armature nelle operazioni di ripristino, previa accurata pulizia con mezzi meccanici al grado SA 2,5;
  • elemento determinante nella riparazione di infiltrazioni, mediante operazioni di demolizione e ripristino della tenuta idraulica in condizione di spinta negativa nelle quali l’utilizzo della boiacca favorisce l’adesione, la rapidità e la tenuta del ripristino attraverso l’attivazione della reazione sfruttando proprio la presenza di acqua in controspinta.

>>> Per maggiori informazioni visita il sito di Penetron Italia

penetron_impermeabilizzazione-cls_depuratore-rozzano.JPG
Depuratore di Rozzano (MI)

penetron_impermeabilizzazione-cls_depuratore-ossona.JPG
Depuratore di Ossona (MI)

penetron_impermeabilizzazione-cls_depuratore-trezzo.JPG
Depuratore di Trezzo Sull’Adda (MI)

SCARICA L'ARTICOLO IN PDF


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su