I vincitori nazionali del "Multi Comfort Student Contest" promosso da Saint-Gobain

Da Milano e Napoli i vincitori della fase nazionale del ‘Multi Comfort Student Contest’, il grande concorso internazionale per gli studenti di architettura e ingegneria promosso da Saint-Gobain. Il team primo classificato rappresenterà l’Italia nella finale in programma a Parigi a giugno 2021

concorso-saint-gobain_parisian-atmosphere---dettagli-del-progetto.jpg 
“Parisian atmosphere” di Natalia Pemper Prodanov e Cecilia Chiara Cainarca, Politecnico Milano

Multi Comfort Student Contest: i risultati del concorso rivolto agli studenti di architettura e ingegneria edile

Il progetto primo classificato è di un team femminile del Politecnico di Milano formato da Natalia Pemper Prodanov e Cecilia Chiara Cainarca. Sempre dal Politecnico di Milano anche il gruppo medaglia d’argento, mentre dall’Università degli Studi Federico II di Napoli il team medaglia di bronzo. 

Sono questi i primi risultati del ‘MULTI COMFORT STUDENT CONTEST’, il grande concorso rivolto agli studenti di Architettura e Ingegneria Edile delle più prestigiose Università di tutto il mondo, giunto alla 16° edizione.

Ad organizzarlo è il Gruppo Saint-Gobain, leader mondiale dell’edilizia sostenibile, con l’obiettivo di diffondere i principi del programma Multi Comfort: efficienza energetica, sostenibilità, comfort e benessere abitativo.

Si tratta di un concorso che viene fatto dal 2004. Alla scorsa edizione, svoltasi nel 2019, avevano partecipato oltre 900 team, per un totale di 2200 studenti da 199 Università di 35 Paesi.

Il “Multi Comfort Student Contest” si articola in due fasi: una nazionale, organizzata in ogni Paese partecipante, e una internazionale, che si svolge ogni anno in una diversa città, alla quale accedono i vincitori di ciascuna fase nazionale. L’ ultima volta la finale si è tenuta proprio in Italia, a Milano nel giugno scorso, ed ha visto la presenza di 60 i team finalisti.

Efficienza energetica, sostenibilità, comfort e benessere abitativo al centro del Contest

Quest’anno, il task del concorso è la riqualificazione di un’area del quartiere Saint-Denis, nella periferia nord di Parigi, da trasformare in una zona attrattiva, con uno o più complessi residenziali, scolastici e ricreativi. Il tutto in un’ottica di sostenibilità ed elevata efficienza energetica, nel rispetto delle caratteristiche originarie del luogo e in considerazione delle esigenze dei suoi abitanti. Alla fine, i progetti finalisti verranno donati alla Municipalità, che potrà utilizzarli per l’effettiva realizzazione dei lavori previsti. 

Il progetto primo classificato, “Parisian atmosphere”, rappresenterà dunque l’Italia in occasione dell’evento finale, che si terrà a Parigi dal 9 al 12 giugno 2021 e decreterà i vincitori assoluti del contest. 

La giuria era composta dall’architetto Adolfo Suarez, partner e director di L22 Retail e co-director L22 Living; dall’ingegner Elena Stoppioni, presidente di Save The Planet onlus; dall’architetta Erika Morbelli, consigliere presso l’Ordine Architetti della Provincia di Torino e responsabile della Fondazione dell’Architettura della Provincia di Torino, oltre che dagli interni di Saint-Gobain Italia Sergio Palumbo, technical training manager, e Dario Cassani, product manager Malte, Intonaci e Rasanti, nonché secondo classificato per due anni consecutivi nelle passate edizioni del Multi Comfort Student Contest.

Il progetto è stato selezionato “per l’appropriatezza e la coerenza nel contesto cittadino, che viene trattato con eleganza e rispetto. La sostenibilità è stata ricercata in termini di socialità, ambiente ed economia, e, altrettanto importanti, sono risultati l’approccio e l’analisi multiscalare dell’area del quartiere Saint-Denis di Parigi, non solo nell’ambito puramente urbanistico ma anche del panorama normativo.

Il team vincitore parteciperà alla fase finale del contest a Parigi, oltre ad essersi aggiudicato un premio di € 2.500. Ai secondi e terzi classificati, invece, un premio rispettivamente di € 1.500 e € 1.000. 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su