Buildability, l'esecutivo in Allplan per un processo ottimizzato

Il dettaglio presente nel progetto definitivo sviluppato in Allplan è estremamente elevato e consente di realizzare velocemente un esecutivo che garantisce un’ottima costruibilità.

Ne abbiamo parlato con Ilario Tassone, founder dello studio Morpheme.

 

Allplan: esecutivo a portata di click 

Il passaggio dal progetto definitivo a quello esecutivo è delicato e nasconde spesso diverse insidie. Nella metodologia di lavoro standard, normalmente applicata dagli studi di progettazione che già utilizzano piattaforme di BIM authoring, il progetto esecutivo viene realizzato su tavole bidimensionali ricavate dal modello 3D.

In questa fase è possibile che diverse informazioni essenziali (in termini di computo e costo) vengano perse.

Si procede quindi ad arricchire la tavola con voci di computo e dettagli relativi alle finiture. Ma questa è un’attività non esente da errori ed estremamente dispendiosa in termini di tempo. Qual è dunque il vantaggio che Allplan può offrire?

 

Dal definitivo all’esecutivo: l’importanza dei dettagli

Il progetto di livello definitivo redatto in Allplan, se adeguatamente approfondito negli elementi di dettaglio, consente in modo molto rapido ed efficace il passaggio al livello esecutivo ottimizzato in ottica di costruzione. Il livello di precisione e di ricchezza dell’informazione (la “I” dell’acronimo BIM è centrale in questa fase), che si ricava nella modellazione attraverso Allplan, rende le fasi successive agevoli e semplificate per il professionista. Facciamo un esempio. 

 

Allplan per il progetto della scuola elementare PIAZZA CAIO CESTIO a Norma
Figura 1- Progetto definitivo dello studio Morpheme relativo alla scuola elementare piazza CAIO CESTIO nel comune di Norma

 

Nella modellazione dei vani di copertura, l’uso di Allplan consente di automatizzare il calcolo dei risvolti e delle guaine e di renderlo visibile anche graficamente, così come tutti gli altri elementi di finitura che vengono parametrizzati.

Informazioni relative a quantità, maggior spessore e superficie dell’intonaco, o dell’aggrappante o del fissativo, possono essere inserite nel modello come attributi aggiuntivi senza necessariamente dover modellare ogni singolo strato, garantendo tuttavia la possibilità di trasferire tutte le informazioni sia per il computo metrico estimativo, sia per la realizzazione e caratterizzazione dei dettagli costruttivi messi in tavola.  

 

Il progetto della scuola elementare piazza CAIO CESTIO a Norma utilizzando AllplanFigura 2 – Sezione con indicazione delle demolizioni e ricostruzioni, scuola elementare piazza CAIO CESTIO nel comune di Norma

 

Come scritto poco sopra, queste informazioni vengono spesso aggiunte in modo manuale sulle tavole esecutive, perché troppo di dettaglio per essere tutte realizzate con i relativi modelli 3D. In questo senso Allplan offre un grande vantaggio nella gestione delle informazioni, governate tramite attributi oggetto, che consente:

  • Grande precisione delle informazioni, che dal modello si trasferiscono direttamente agli elaborati di dettaglio del progetto esecutivo;
  • Possibilità di selezionare con semplicità la quantità e il dettaglio delle informazioni del modello da trasferire in esecutivo.

È questo un aspetto che non va sottovalutato. Infatti, garantire equilibrio fra la ricchezza del modello e la “portabilità” del progetto esecutivo è essenziale all’atto pratico (definendo quindi la maturità del livello BIM).

 

Allplan per il modello federato della scuola elementare piazza CAIO CESTIO a NormaFigura 3 - Modello federato della scuola elementare piazza CAIO CESTIO nel comune di Norma

 

Guarda il webinar dedicato all’automazione dei progetti esecutivi: 

Il BIM nei progetti di ingegneria: automatizzare gli esecutivi 

 

Tavola di un progetto definitivo realizzato con Allplan: dal modello 3D a quello bidimensionale
Figura 4 - Un’altra tavola dal progetto definitivo in cui è possibile apprezzare la ricchezza del modello 3D e la sua resa bidimensionale

 

La ricchezza del modello sviluppato in Allplan permette di associare informazioni preziose anche in ottica di processi di facility management e lungo tutto il ciclo di vita dell’edificio. 

Lo studio Morpheme – con cui ci siamo confrontati per comprendere il reale vantaggio sperimentato nell’utilizzo di Allplan – sfrutta il software BIM “made in Germany” anche per i piccoli progetti. Questo gli permette di gestire una notevole maggiore quantità di informazioni che consentono di garantire l’attendibilità e la precisione degli elaborati del progetto, il rispetto dei tempi concordati e un più dettagliato e certo utilizzo del budget stabilito. 

Approfondisci il vantaggio di applicare il BIM anche in piccoli studi e su piccoli progetti con il webinar:

 

MEETonBIM, Il BIM nei piccoli studi: ne vale la pena?

 

La modellazione che Morpheme realizza in Allplan, adeguatamente approfondita nei dettagli, già in fase di progettazione definitiva gli consente di produrre elaborati di progetto esecutivo con pochi semplici passaggi. La completezza del modello BIM, tramite anche l’utilizzo dei vani, consente di ottenere un controllo completo oltre che sui costi e sulle quantità anche su tutti gli elementi di dettaglio tipici del livello esecutivo.

A supporto della modellazione 3D, seppur dettagliata, subentra poi la possibilità offerta da Allplan di lavorare in modo efficace anche in 2 dimensioni, utilizzando il software come un semplice CAD. Ciò consente di redigere elaborati grafici di dettaglio di elevata qualità, pronti per la realizzazione in cantiere.

 

Modello di un progetto esecutivo realizzato con Allplan