Pratiche Superbonus villetta: l’elenco completo dei documenti da presentare

Quali documenti presentare per l’Ecobonus 110% di una villetta? La domanda è quanto mai attuale visto che si avvicina la prima importante scadenza del Superbonus per gli edifici unifamiliari. Vediamo l’elenco completo.


Superbonus, scadenza il 30 giugno. Sei mesi di proroga se è stato effettuato il 30% dei lavori 

A meno di ulteriori proroghe dell’ultimo momento è ormai vicina la prima vera scadenza del Superbonus. Parliamo naturalmente degli edifici unifamiliari, le villette. Come sappiamo, il primo termine di accesso al Superbonus per gli edifici unifamiliari è il 30 giugno 2022. La scadenza si estende al 31 dicembre 2022 se al 30 giugno 2022 risulta eseguito il 30% dei lavori. A dirlo è la Legge di Bilancio 2022.

In questo articolo forniamo quindi un elenco completo dei documenti da presentare in caso di riqualificazione di un’abitazione indipendente. L’obiettivo è predisporre la pratica corretta e completa per un Ecobonus 110%. Di seguito l’elenco dei documenti da presentare che analizziamo passo passo. 

  1. Documenti dell’immobile e del committente;
  2. Polizza assicurativa;
  3. Asseverazione del doppio salto di classe energetica;
  4. Pratica ENEA;
  5. Computo asseverato;
  6. Corrispettivo professionale; 
  7. Relazione ex Legge 10;
  8. Verifica assenza di muffa;
  9. Allegati del Decreto Requisiti Tecnici;
  10. Certificazione Energetica APE;
  11. CILA semplificata;
  12. Dichiarazione della Direzione Lavori;
  13. Piano di Sicurezza Cantieri.

 

Documenti dell’immobile e del committente

Innanzi tutto, il tecnico deve verificare la conformità catastale. L’edificio sottoposto a riqualificazione deve corrispondere a quanto depositato al Nuovo Catasto Edilizio Urbano Una volta acquisite visura e planimetrie il tecnico assevera la regolarità catastale dell’immobile.

Il passo successivo è verificare la regolarità urbanistica: l’immobile deve corrispondere al progetto depositato presso l’Ufficio Tecnico Comunale. Spetta sempre al tecnico verificare e allegare le varie pratiche ed abilitazioni già depositate in comune. 

Veniamo infine al titolo di possesso o diritto d’uso.

I documenti di riferimento sono, in base alle casistiche, la visura catastale, l’atto di compravendita o il contratto di locazione dell’immobile. Per comodità, e per rispondere prontamente ad ulteriori richieste dell’AdE, suggeriamo di procurarsi anche:

  • Il contratto tra committente e impresa esecutrice;
  • L’APE depositato al Catasto Energetico Regionale;
  • L’asseverazione della conformità del progetto ai requisiti richiesti;
  • Fatture e documenti di spese;
  • Il CPID (Codice Personale Identificativo), per dimostrare il caricamento delle pratiche sul portale di ENEA.

 

Polizza assicurativa

Inizialmente il Decreto Rilancio aveva previsto una polizza professionale obbligatoria non inferiore a € 500.000 di copertura. Il recente Decreto Antifrodi 2 del 25/02/2022 specifica invece “per ogni intervento comportante attestazioni o asseverazioni, con massimale pari agli importi dell’intervento oggetto delle predette attestazioni o asseverazioni”. 

 

Pratiche Superbonus villetta: l’elenco completo dei documenti da presentare

 

Asseverazione del doppio salto di classe energetica

Il doppio salto di classe energetica è uno dei requisiti fondamentali per accedere all’Ecobonus 110%. Il documento è l’APE Convenzionale, da non confondere con l’APE per il catasto, di cui parliamo successivamente.

L’APE Convenzionale è composto da APE PRE e l’APE POST intervento, resi nella forma di asseverazione. A differenza dell’APE tradizionale questo documento è unificato a livello nazionale e quindi, a prescindere dalla regione in cui è sito l’immobile, si adotta sempre lo stesso criterio di calcolo: le UNI-TS 11300 e i Decreti Attuativi Legge 90.

Per produrre l’APE convenzionale non è possibile utilizzare software che adottano metodi di calcolo semplificati, come DOCET. Occorre scegliere software certificati CTI che adottano il metodo completo, come TERMOLOG.

Per la fase di sopralluogo consigliamo la App gratuita TERMOTAB con cui effettuare in modo guidato ed intuitivo il rilievo tecnologico dell’immobile. Al termine del sopralluogo si sincronizza la pratica e si trasmettono i dati via internet a TERMOLOG: in tempo reale si ricevono i dati dell’involucro e dell’impianto.

 

Pratica ENEA

La pratica Ecobonus 110% va caricata sul sito di ENEA. Per evitare errori e ridurre i tempi di preparazione, TERMOLOG genera la pratica proponendo i dati nell’esatta sequenza richiesta dal portale.

 


 TUTTI I DOCUMENTI DA PRESENTARE PER IL SUPERBONUS DI UNA VILLETTA


Logo Logical

Chi è Logical Soft

Logical Soft sviluppa software specialistici dedicati ai professionisti del settore edile per progettare, verificare e certificare edifici civili e industriali. Formazione, assistenza tecnica di alto profilo e rapido aggiornamento del software alle novità normative e tecnologiche sono i servizi che distinguono il software Logical Soft.

Nell’ultimo anno Logical Soft ha preso parte al ciclo di eventi gratuiti OBIETTIVO SUPERBONUS 110% organizzato da ISNOVA in collaborazione con ENEA, eventi a cui hanno partecipato decine di migliaia di professionisti dell’edilizia. Inoltre, organizza ogni anno 300 corsi on line gratuiti sui temi dell’Ecobonus, Sismabonus, compensi professionali e sicurezza in cantiere.

Logical Soft è stata selezionata da Regione Lombardia per lo sviluppo del motore di calcolo del software CENED+2.0; inoltre è stata scelta da ENEA per lo sviluppo delle app Safe School 4.0 e Condomini+ 4.0, le applicazioni che misurano i consumi energetici e la vulnerabilità sismica degli edifici scolastici e dei condomini.