Partiti i webinar per la community degli esperti BIM certificati

Oltre 140 esperti BIM certificati da ICMQ hanno partecipato al primo webinar riservato alla BIM COMMUNITY italiana voluta da Ingenio e la stessa ICMQ.

L’incontro, dedicato al quadro normativo nazionale e internazionale, è stato tenuto dal prof. Alberto Pavan, e moderato dagli Ingg. Andrea Dari e Marco Perazzi.


Il quadro normativo nazionale e internazionale

E’ partita l’attività della prima BIM Community italiana riservata agli esperti BIM certificati da ICMQ, realizzata dalla stessa ICMQ in collaborazione con INGENIO. Oltre 140 esperti di BIM si sono infatti collegati al primo incontro, dedicato alla normativa, con il prof. Alberto Pavan del Politecnico di Milano, che si è tenuto il 21 aprile scorso. E il programma di brevi approfondimenti prosegue, il prossimo 6 maggio, con un appuntamento incentrato sul tema del Legal BIM con gli avvocati Versolato e Barutta dello studio VBS. 

  

Che cosa è la BIM COMMUNITY Italiana

Un luogo di discussione e confronto, una piattaforma interattiva, in cui parlare lo stesso linguaggio, riservata a chi – certificandosi con ICMQ – ha dimostrato essere uno degli specialisti ed esperti in Italia per la digitalizzazione delle costruzioni.

E dopo un periodo di messa a punto è finalmente partita l’attività e sono quasi 600 i professionisti che hanno aderito operativamente alla piattaforma. È uno spazio che in Italia mancava e che era necessario creare.

La centralità dei temi della digitalizzazione nel ciclo economico ed industriale dei prossimi anni si è già imposta come dinamica irreversibile anche nella filiera delle costruzioni, impattandone tanto i processi documentali ed amministrativi (ad esempio negli appalti pubblici) quanto quelli costruttivi. Una centralità per altro ribadita anche nel Piano Nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), dove la metodologia BIM viene chiaramente individuata quale chiave di volta per una gestione semplificata ed insieme più efficiente delle procedure pubbliche, in grado di liberare nuove risorse (anche attraverso la riduzione dei costi), migliorando allo stesso tempo la qualità delle opere, sia sotto il profilo della loro sostenibilità ambientale, che a livello di nuove competenze e professionalità.

La BIM Community nasce quindi proprio per rispondere a queste nuove esigenze, per creare un laboratorio di eccellenza tra esperti della digitalizzazione per il sistema delle costruzioni.

 

andrea-dari-ingenio-10-300.jpg

"Abbiamo fortemente voluto la creazione di questa Community di esperti" afferma Andrea Dari, editore di INGENIO, "certificati da ICMQ, condividendo l’obiettivo di stimolare un confronto tra specialisti e dare un importante contributo alla digitalizzazione del settore delle Costruzioni. Uno degli elementi di differenziazione di INGENIO nel panorama della comunicazione è proprio quello di entrare nel merito degli argomenti con chi si occupa degli stessi in modo specifico, per offrire un’informazione qualificata di supporto alle professioni."

Andrea Dari (Editore INGENIO)

 

Chi può entrare nella BIM COMMUNITY Italiana

Alla BIM COMMUNITY Italiana possono accedere esclusivamente i professionisti certificati esperti BIM da ICMQ e i rappresentanti delle aziende, certificate da ICMQ, che hanno adottato un sistema di gestione basato sulla Prassi di Riferimento 74:2019 "Sistema di Gestione BIM- Requisiti" promossa da ICMQ e pubblicata da UNI.

E’ un passaggio automatico, quindi chi tra i soggetti aventi diritto non ha ricevuto ancora l’invito può contattare ICMQ per avere le istruzioni per l’adesione.

Partecipare alla BIM Community permette di interagire e mettere in relazione domanda e offerta, di scambiare opinioni, di aprire dibattiti e, soprattutto, di fare networking per lavorare in squadra, in maniera integrata.

Sulla piattaforma si potranno trovare documenti, report, articoli ed interviste tutti a tema BIM: un archivio di materiale utile a chi cerca risposte sui vari argomenti legati alla metodologia, alla certificazione e alle diverse modalità di applicazione. L’intento è quello di condividere un percorso metodologico verso un corretto approccio alla digitalizzazione, per poi acquisire sempre più consapevolezza e costruire insieme dei modelli applicativi sempre più efficaci.

Una Community per mettere a sistema le esperienze sul campo di chi “lavora in BIM”, per favorire la contaminazione tra competenze e prospettive diverse; per analizzarne senza imbarazzi le problematiche, proponendo soluzioni da riportare anche alle autorità competenti. Obiettivi da raggiungere anche con seminari e incontri in esclusiva, dedicati solo ai membri della Community: momenti di confronto e interazione per approfondire, risolvere e proporre.