I SHARE BIM – IL PROGETTO PER LA CASSA EDILE DI NAPOLI

L’esperienza nasce dalla collaborazione tra l’ACEN, il Dipartimento di Strutture della Federico II di Napoli e la STRESS S.c.ar.l.; l’attività ha visto lavorare un team formato da strutturisti, architetti ed impiantisti all’implementazione in un modello BIM di parte del progetto di trasformazione della Cittadella dei Servizi e degli Enti Paritetici di Napoli. Tale intervento prende vigore dalle intuizioni di Luigi Cosenza che progettò la Cittadella circa cinquant’anni fa ma che solo in parte fu realizzata.
Il progetto definitivo è stato implementato su piattaforma Autodesk Revit integrando quindi in un unico tool gli aspetti architettonici, strutturali, impiantistici ed estimativi. La capacità interoperativa, sia tra gli esperti BIM che tra i colleghi che utilizzano strumentazioni tradizionali, si è resa evidente grazie alla compatibilità con il formato IFC e IFC4. I componenti parametrici sono stati in alcuni casi modellati ad hoc, secondo capitolato, in altri gestiti mediante 2 portali di riferimento, Autodesk Seek e BIMobject.
E’ risultato evidente l’ottimizzazione dei tempi e delle risorse in fase di virtualizzazione del modello architettonico e strutturale, nonché della sua capacità di garantire la validità dei dati inseriti per la gestione del ciclo di vita.
Principale obiettivo dell’esperienza è quello di diffondere nel territorio campano la metodologia BIM, avviando un processo di trasferimento tecnologico presso i professionisti e le imprese di costruzioni. A tale scopo, il progetto importato sulla piattaforma BIM sarà da parte di ACEN messo a disposizione di progettisti
ed operatori che vogliano avvicinarsi alle potenzialità dell’approccio BIM.


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su