SAN FRANCISCO: un grande piano per prevenire il terremoto

26/12/2014 2908

Nel 2012 San Francisco ha avviato il proprio "Programma di Recepimento Sicurezza terremoto (ESIP)" nel rispetto delle principali raccomandazioni del "Community Action Plan for Seismic Safety (CAPSS)" uno studio lungo dieci anni per la valutazione delle vulnerabilità di San Francisco.

Il  piano ESIP di azione prevede cinquanta punti operativi e sarà attuando nel corso dei prossimi decenni. All'interno del piano anche il sito di informazione per la collettività: www.sfgsa.org/index.aspx

A causa dell'alto rischio del ripetersi di un forte terremoto nel futuro prossimo, il progetto inizia con un grande sforzo per risolvere il  problema più grave: la debolezza strutturale dei condomini di San Francisco. Molti altri elementi del piano sono in corso o già conclusi, tra cui uno studio sulla sicurezza sismica delle scuole private della City, per stabilire le norme per la riparazione e il retrofit.

Per poter agire la Contea ha emesso una ordinanza che da un lato obbliga la collettività a intervenire sugli edifici multipiano in legno e dall'altro strabilisce dei finanziamenti per gli interventi. Il programma di prestiti è progettato per consentire ai proprietari di apportare miglioramenti sismici secondo la Mandatory Seismic Retrofit Programma ordinanza (n ° 66-13) (Ordinanza): attraverso il programma di prestiti, i proprietari sarebbero in grado di finanziare il costo di tali miglioramenti in più di 20 anni (o meno) con una tassa speciale sulla loro tassa di proprietà.
L'ordinanza ha anche modificato il codice di costruzione, rendendo obbligatorio l'adeguamento sismico di edifici di legno con cinque o più unità abitative, dove il permesso di costruire è stato concesso prima del 1 ° gennaio 1978 e l'edificio non è stato sismicamente rafforzato.


 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su