UN CAMPUS VERDE E ONDULATO

19/02/2015 4810

Jean-Philippe Pargade firma il progetto per un Campus parigino formato da una lunga struttura ondulata in cemento sovrastata da prati verdi.

A Marne-la-Vallée, 20 km fuori Parigi, sorge un campus di ricerca e ingegneria civile (Pôle Scientifique et Technique Paris-Est), progettato dall’architetto francese Jean-Philippe Pargade. Il sito è stato battezzato Espace Bienvenue in memoria di Fulgance Bienvenue, ispettore generale della scuola di ingegneria Ponts et Chaussées e padre del sistema della metropolitana di Parigi.
Il disegno è caratterizzato da una lunga struttura ondulata in cemento ricoperta da una vasta area di vegetazione a contrasto con la bidimensionalità del sito. Per esaltare il paesaggio urbano e valorizzare il campus, il progetto è centrato sul grande parco costituito dai 200 metri della “lastra verde”: un chiaro esempio di perfetta armonia architettura-ambiente.
Il nuovo edificio Bienvenue è flessibile e multifunzionale: la sua architettura favorisce gli scambi tra le discipline e l’organizzazione del lavoro di squadra. Infatti all’interno una vasta area polivalente a piano terra riunisce i servizi comuni del sito: biblioteca, auditorium, sale riunioni, ristorante, un’area tecnica composta da un grande laboratorio di prove sul calcestruzzo, accanto a vari impianti sportivi.

L’area comune – racchiusa da vetrate che si affacciano sul parco in posizione centrale - immersa nella luce naturale, offre una sensazione di grande trasparenza e prospettiva, mentre la divisione tra gli uffici è resa più ariosa dai patii che contribuiscono alla calda atmosfera del luogo e al benessere degli utenti.
Dal punto di vista ambientale il progetto utilizza un sistema di bio-clima globale per risparmiare energia: dall’orientamento e l’isolamento dell'edificio, alla ventilazione naturale, dalla raccolta dell’acqua piovana ai materiali isolanti. La principale fonte di energia per il riscaldamento e il raffrescamento dell’edificio è quella geotermica, ottenuta dal corpo idrico sotterraneo.
Il progetto trae così la sua massima ispirazione da un’assoluta conformità tra l’interno (i laboratori che effettuano le ricerche più innovative in termini di sviluppo sostenibile) e l’involucro (l’architettura che li circonda e organizza) che è altamente efficiente dal punto di vista ambientale ed energetico.
 

Per approfomdimenti consulta il sito http://www.pargade.com/

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su