BARRIERE FERMANEVE per la protezione dal rischio valanghe

La determinazione delle effettive azioni esercitate dalla pressione della neve sulle strutture di sostegno permanenti del manto nevoso nella zona di distacco delle valanghe risulta essere un operazione assai complessa.
 
Per il calcolo si fa generalmente riferimento alle Direttive Svizzere per la “Costruzione di opere di premunizione contro le valanghe nella zona di distacco” edizione 2007 emanate dall’UFAM (Ufficio Federale per l’Ambiente) e dal WSL (Istituto Federale Svizzero per lo Studio della Neve e delle Valanghe) di Davos.
Le formule riportate nelle Direttive rappresentano inevitabilmente e necessariamente una semplificazione rispetto a quanto avviene in natura, ma presentano il grande pregio di essere di immediata comprensione, di facile impiego e la loro validità è stata perlopiù confermata dall’esperienza sul campo.
 
L’adottare come riferimento per il calcolo delle forze agenti sulla struttura le Direttive Svizzere (DS) non esonera tuttavia il progettista dell’intervento da una indispensabile verifica della loro applicabilità, e, se il caso, da una opportuna ed attenta taratura dei parametri, particolarmente per contesti geografici e climatici differenti da quello alpino svizzero. A tal fine si sono riscritte le formule nel modo più generale possibile in funzione dei parametri Dk, ρ e ψ , e si è eseguita una semplice analisi di sensitività dei principali parametri in gioco. I grafici così ottenuti possono costituire un rapido e utile strumento per un pre-dimensionamento di massima delle strutture fermaneve.
 
 
 
Fig. 1 - velocità di scorrimento e di slittamento nel manto nevoso (da DS, 2007).
 
CONTINUA LA LETTURA SCARICANDO IL PDF.
 

 
In occasione del convegno “La messa in sicurezza del territorio urbano: il ruolo degli ingegneri e della geotecnica” organizzato dal CNI lo scorso ottobre al Saie, si è parlato di opere geotecniche. Tra i relatori anche l’ing. Roberto Castaldini che è intervento descrivendo alcune soluzioni per la protezione dalle valanghe nella zona di distacco con particolare attenzione per gli aspetti progettuali e di cantiere.
Di seguito è possibile vedere il VIDEO dell’intervento.