Piano Città: pronti 2 miliardi di euro per aprire subito i cantieri

29/05/2012 1530

Per l'avvio dei cantieri del “Piano Città” sono disponibili da subito circa 2 miliardi di euro.
Lo ha annunciato il vice ministro per le Infrastrutture, Mario Ciaccia, al termine della riunione del ''Tavolo citta'' che ha istituito la Cabina di Regia, alla quale, già dal 1° giugno, i comuni italiani interessati potranno inviare le proposte di riqualificazione di aree urbane che la valutazione e dotazione delle risorse e che consentirà agli stessi comuni di partire nell’avvio dei cantieri.

Una volta avviata l'operazione, si legge nella nota, i soggetti coinvolti (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ministero dell'Economia, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell'Ambiente, Ministero della Coesione sociale, Ministero dei Beni Culturali, Cassa Depositi e Prestiti, Agenzia del Demanio, Conferenza delle Regioni, Anci, Ance, Federcostruzioni e Confedilizia) e il comune interessato potranno firmare il contratto di valorizzazione urbana, una sorta di accordo di programma che regolamenta gli impegni di più soggetti, con la precisa destinazione delle risorse disponibili.

L'obiettivo del progetto è duplice: migliorare la vivibilità delle città e al contempo rilanciare il settore dell'edilizia come motore per la ripartenza dell'economia. Oltre alla riqualificazione delle aree urbane degradate, è prevista la riqualificazione energetica delle scuole, la creazione di alloggi sociali, l'ottimizzazione del trasporto pubblico locale e la valorizzazione delle aree demaniali dismesse. “Il nostro intento – ha spiegato Ciaccia – è quello di aprire subito i cantieri considerando l’edilizia come volano di crescita e valorizzando porzioni di città degradate che, insieme ai Comuni, potranno essere trasformate in aeree socialmente vitali e fruibili”.

Il Vice Ministro per accelerare l'iter, ha chiesto alla Cabina di Regia di riunirsi a metà di giugno mentre L'Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani ) ha presentato una prima selezione che sarà valutata in occasione della prossima riunione della Cabina di Regia. Sono state individuate diverse aree al Nord, Centro e Sud Italia; tra le città ci sono Verona, Firenze, Roma e Bari.