ENEA vince il Premio internazionale “DigiBIC Award 2013”per le tecnologie Laser Scanner 3D

31/05/2013 2000

Alle tecnologie dell’ENEA il Premio internazionale “DigiBIC Award 2013” per le tecnologie Laser Scanner 3D

 

Il Premio DigiBIC Award per le tecnologie digitali, per la categoria “Istituti di Ricerca”, è stato assegnato quest’anno all’ENEA per la tecnologia Laser Scanner 3D a colori per utilizzo in esterno e per il Laser Scanner 3D subacqueo. Il Premio ha lo scopo di favorire l’utilizzo delle tecnologie per le ricostruzioni tridimensionali da parte delle imprese che operano in ambiti creativi, quali beni artistici e culturali, riproduzioni musicali, grafica, ecc.

La cerimonia di premiazione del DigiBIC Award, che si è svolta oggi a Derry, in Irlanda, nel corso del congresso annuale dell’EBN, European Business & Innovation Centre Network, la rete che raccoglie i principali promotori territoriali dell'innovazione in Europa, costituisce una vetrina internazionale per l’individuazione di nuove opportunità di business per le imprese creative. Per l’ENEA ha ritirato il premio Massimiliano Guarneri, in rappresentanza del gruppo di lavoro dell’Unità Tecnica Sviluppo di Applicazioni delle Radiazioni che ha sviluppato le due tecnologie premiate.

Il Laser Scanner 3D a colori è uno speciale laser ottico che, per la qualità e l’accuratezza delle informazioni che è in grado di fornire e per le sue caratteristiche di non invasività, è particolarmente adatto alla realizzazione di indagini diagnostiche e di attività di monitoraggio di beni artistici e culturali. La tecnologia permette di scansionare grandi superfici di opere d’arte, spesso uniche e intrasportabili, situate su pareti e soffitti ad altezze elevate, che possono essere ricostruite in digitale e riprodotte in 3D. Fra le applicazioni recenti più significative le scansioni ad alta risoluzione di capolavori del Rinascimento: la Loggia di Amore e Psiche della villa Farnesina a Roma, della volta della Cappella Sistina e del Giudizio Universale.
Il laser a colori 3D può essere utilizzato dalle industrie che operano nel settore del patrimonio culturale.

Il Laser Scanner 3D subacqueo nasce come strumento di rilevazione a servizio dell’archeologia subacquea ma grazie alle caratteristiche innovative che gli permettono di rilevare oggetti e strutture sottomarine (relitti, resti archeologici e costruzioni) fino a centinaia di metri di profondità può essere impiegato anche nella tutela dei fondali e delle acque marine off-shore. È ora in fase di sviluppo come strumento diagnostico per le strutture petrolifere subacqueee e per l’ispezione di siti nucleari in collaborazione con piccole e medie imprese scozzesi.

Link alla pagina http://www.ebncongress.eu/NewDisplayPage.aspx?pid=22

Derry, 31 maggio 2013

----

ENEA - Ufficio Stampa e Rapporti con i Media
Resp. Elisabetta Pasta
Tel. 0636272806 cell. 3298313702
e-mail: uffstampa@enea.it - elisabetta.pasta@enea.it
Facebook: https://facebook.com/EneaUfficioStampa
Twitter:@PastaElisabetta


DigiBIC

Objectives

DigiBIC in a nutshell

DigiBIC is a 30 month project focused on the deployment of technologies and tools from applied research projects in cultural heritage, digital libraries and preservation to the wider Digital and Creative Industry (CI) sector and in particular to small and medium sized enterprises (SMEs).

In its initial phase, the DigiBIC project focused on results from 12 European funded projects in Digital Libraries and Content whose results have been prioritised as of high interest and potential for deployment to digital and CI's. Within 18 months over 40 deals for these technologies had been closed. Today DigiBIC provides the ideal platform for the deployment of technologies emerging from all research initiatives in ICT- based cultural and memory preservation services from across Europe.

Short and midterm objectives of DigiBIC:

Following its initial focus on the successful deployment from the 12 previously identified projects (3D-COFORM, CINeSPACE, EPOCH, iTACITUS, EASAIER, MEMORIES, MultiMATCH, PAPYRUS, Treble-CLEF, PRESTOSPACE, PRESTOPRIME and LIWA) to industry, DigiBIC now involves other research initiatives in ICT- based cultural and memory preservation services from across Europe. Partnering these research leaders, is a network of partners and associate partners from across Europe who are specialised in assisting start up companies and SMEs to exploit new technologies and market opportunities originating in research environments.

The DigiBIC partners, along with additional IPR, finance and innovation specialists, bring with them not only extensive experience of the technology exploitation process but access to networks of creative industry players and in particular SMEs operating at regional and national level. Through DigiBIC, further national and regional partners and members of the DigiBIC network will be trained up on the potential of the technological applications resulting from the DigiBIC technology portfolio and hands on technical support will be provided to assist in actual exploitation to companies.

Details of the technologies and related training material are available online in the DigiBIC technology catalogue. Researchers and SMEs from all over Europe can upload details of their technologies or services on the DigiBIC online platform and hence use it as a route to market for promoting their applications throughout Europe.

Long term objective of DigiBIC:

In the long run the objective of DigiBIC is to create a sustainable European showcase for the creative industry sector providing practical tools and support to access European expertise in technology, services, innovation and financing.
 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su