Impermeabilizzazione | Antincendio | Coperture | SOPREMA SRL
Data Pubblicazione:

La crisi energetica e le nuove RTV sulle chiusure d’ambito orizzontali: la soluzione Soprema per la riqualificazione delle coperture

Soprema ha sviluppato un innovativo sistema di rivestimento impermeabile, facilmente utilizzabile su strutture già esistenti, in grado di garantire prestazioni al fuoco dall’esterno in linea con requisiti normativi richiesti, evitando costi ed impatti di smaltimento degli elementi di tenuta da sostituire.

Protezione attiva e passiva al fuoco: la RTV sulle chiusure è entrata in vigore

Il tema della protezione attiva e passiva al fuoco ha avuto un’evoluzione a seguito della nuova RTV (Regola Tecnica Verticale) “chiusure d'ambito degli edifici civili”, entrata in vigore il 7 luglio 2022.

Gli obiettivi perseguiti dalla RTV degli edifici civili (strutture sanitarie, scuole, alberghi, commerciali, uffici, residenziali ecc.) sono molteplici e in linea con il Codice di Prevenzione Incendi dei Vigili del Fuoco:

  • limitare la probabilità di propagazione di un incendio originato all’interno dell’edificio, attraverso le sue chiusure d’ambito;
  • limitare la probabilità di propagazione di un incendio originato all’esterno dell’edificio, attraverso le sue chiusure d’ambito;
  • evitare o limitare la caduta di parti della chiusura d’ambito dell’edificio che, in caso d’incendio, possano compromettere l’esodo degli occupanti o l’operatività delle squadre di soccorso.

Per la prima volta, oltre all’introduzione di requisiti ben definiti di comportamento al fuoco sia per edifici di nuova costruzione sia già esistenti, la nuova Regola Tecnica Verticale si spinge anche sulle coperture, considerandole delle chiusure d’ambito orizzontali.

Secondo la RTV, in alcuni casi particolari le porzioni di chiusura d’ambito orizzontali devono avere una classe di comportamento al fuoco BRoof T2, BRoof T3 o BRoof T4. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il comportamento al fuoco dei sistemi di copertura

Le prove d’esposizione dei tetti al fuoco esterno prevedono l'esecuzione di 4 tipi di test su sistema impermeabilizzante secondo quanto riportato nella specifica tecnica CEN/TS 1187. In base al superamento o meno di una delle prove, viene conferita una specifica classificazione al fuoco dall’esterno BRoof secondo la norma UNI EN 13501-5.

Le diverse certificazioni BRoof T1 (non contemplata dalla RTV), BRoof T2, BRoof T3 e BRoofT4 non rappresentano il livello prestazionale, bensì il metodo di prova applicato.

È importante non confondere la reazione al fuoco secondo UNI EN 13501-1 con la classificazione al fuoco dall’esterno dell’intero sistema secondo UNI EN 13501-5.

Riqualificare una copertura che non risponde ai requisiti Broof: la soluzione di Soprema

La combinazione di esperienza e conoscenza ad alto livello, unita all’attenzione verso la sostenibilità ambientale, ha permesso a Soprema lo sviluppo di Alsan 950 CR Broof, la resina impermeabilizzante sintetica in dispersione acquosa certificata BRooF T2 secondo UNI EN 13501-5:2016 su supporti combustibili.

Alsan 950 CR Broof presenta alcuni importanti vantaggi ed elementi distintivi:

  • Permette la riqualificazione di una copertura esistente garantendo la prestazione al fuoco dall’esterno Broof T2, evitando lo smaltimento dei sistemi impermeabili esistenti;
  • Fa parte del sistema Cool Roof con Solar Reflectance Index (SRI) certificato secondo ASTM E 1980-11 pari a 98: garantisce efficientamento energetico ed aumento dei rendimenti degli impianti solari termici;
  • Ha estrema versatilità e semplicità d’applicazione;
  • È un intervento non invasivo;
  • Non richiede interruzione del funzionamento e/o della produzione d’impianti tecnologici;
  • Consente la riqualificazione per rinnovo CPI;
  • Ha tempi d’intervento veloci.

Dettagli del sistema

Il sistema prevede, oltre alla resina Alsan 950 CR Broof, se applicata su un supporto soggetto a dilatazioni e/o movimenti (ad esempio una membra bituminosa), l’interposizione di un’armatura in poliestere rinforzata velo vetro (anche se la resina tal quale garantisce ed è certificata già da sola prestazione di Broof T2) per evitare possibili fessurazioni che creerebbero una discontinuità del sistema con conseguente perdita dei requisiti Broof. Questo aspetto è fondamentale per la buona riuscita dell’intervento ma soprattutto per la sua durabilità.

La sua speciale colorazione bianca gli consente contemporaneamente alla prestazione Broof T2 di costruire un sistema Cool Roof certificato con SRI pari a 98 che favorisce un aspetto importante come quello della riduzione della temperatura d’esercizio della copertura con conseguente risparmio energetico, prolungamento dell’aspettativa di vita del sistema impermeabile, aumento del rendimento e quindi produzione dell’impianto fotovoltaico.

Caso studio

L’esigenza principale era riqualificare a Broof T2 una copertura di 250 m2 che lo era stata al fuoco dall’esterno FRoof, e prepararla per l’installazione di un impianto fotovoltaico, cioè avere un buon Indice di Riflettanza Solare (Solar Reflectance Index, SRI).

La Stratigrafia esistente era un solaio in legno con pannello isolante ed infine una membrana in bitume polimero autoprotetta.

Essendo quest’ultimo un supporto soggetto a dilatazioni e movimenti abbiamo optato per l’interposizione di un’armatura in poliestere rinforzata velo vetro, questo per evitare possibili fessurazioni che avrebbero creato una discontinuità del sistema con conseguente perdita dei requisiti Broof. Con l’armatura Alsan Fleece 70P-GF unita alla stesura di Alsan 950 CR Broof abbiamo inoltre migliorato la durabilità della copertura.

Il risultato finale è stato un tetto omogeneo e rinforzato sia Cool Roof che Broof T2, in un tempo d’esecuzione di solamente due giorni.

Leggi anche