ENEA: PARTE NEI PAESI DELL’EUROPA MERIDIONALE IL PROGRAMMA CERtus su RECUPERO EDILIZIO

03/04/2014 2004

RECUPERO EDILIZIO
ENEA: PARTE NEI PAESI DELL’EUROPA MERIDIONALE IL PROGRAMMA CERtus
Roma, 3 Aprile.

La sperimentazione del progetto CERtus (Cost Efficient Options and Financing Mechanisma for nearly Zero Energy Renovation of existing Buildings Stock) parte dai paesi dell'Europa Meridionale: Messina per l'Italia, Alimos per la Grecia, Coimbra per il Portogallo e Errenteira per la Spagna, sia perché rappresentativi per popolazioni, dimensioni e patrimonio edilizio dell'area mediterranea, sia per la crisi finanziaria in corso.

Il progetto è stato approvato dall'agenzia EACI (Agenzia esecutiva per la competitività e l'innovazione) della Commissione Europea, nell'ambito del programma IEE 2013 "Intelligent Energy Europe 2013", tra i partner sono presenti rappresentanti istituzionali dei quattro comuni pilota, università, enti di ricerca, e associazioni di categoria italiane e il network InnovaBIC.

L'Enea è il promotore del progetto, che nasce durante un meeting internazionale, organizzato presso Enea per fare il punto su nuovi metodi innovativi di finanziamenti volti agli interventi di recupero edilizio, con lo scopo di ridurre il fabbisogno energetico degli edifici a livelli "quasi zero" in linea con i consigli europei del "pacchetto clima-energia 20/20/20".

L'obiettivo del progetto è quello di estendere, con l'ausilio tecnico finanziario alle amministrazioni locali, un piano di recupero del patrimonio architettonico e edilizio di edifici pubblici, compresi quelli che hanno un valore storico.