Staffa per pannelli verticali - EDIL P.V.

27/05/2014 3741

È un originale tipo di fissaggio dalla geometria particolare (paragonabile ad una guida), ottenuto dall’assemblaggio di elementi in acciaio, proposto per il vincolo di pannelli verticali a travi di bordo. Nella progettazione non si tenuto conto solamente dei requisiti richiesti per le verifiche allo SLD ma si è cercato di garantire alla connessione la capacità di consentire le deformazioni imposte dallo SLV senza il raggiungimento del collasso.
Il sistema non è dotato di particolari rinforzi dato che il collegamento deve garantire il trasferimento di una forza a trazione proporzionale a parte della massa del pannello. La forma particolarmente allungata della guida centrale consente di assecondare spostamenti relativi pari al doppio rispetto a quelli previsti tra il pannello stesso e la trave di bordo. E’ applicabile sia in estradosso che in intradosso travi anche se è preferibile la seconda ipotesi che consentirebbe di facilitare sia le immediate operazioni di montaggio che le successive attività di ispezione e/o manutenzione ordinaria.
GEOMETRIA DI BASE

La staffa è proposta per la ritenuta di Pannelli Verticali a travi di bordo. Tramite tasselli la staffa viene fissata in intra/estradosso trave. Un tassello viene predisposto nel lato pannello per il successivo accoppiamento con il “carrello” e la “guida” della staffa. Dopo l’installazione, in particolare in intradosso trave, la connessione risulta facilmente ispezionabile e accessibile per eventuali operazioni di manutenzione.

La staffa è costruita con acciai comuni previsti dalle NTC 2008. In tabella ne riportiamo le principali caratteristiche tecniche e le normative di riferimento. La staffa può essere fornita zincata elettroliticamente a freddo (zincatura bianca) o verniciata.

Prescrizioni di montaggio ed utilizzo
L’installazione della staffa Edil P.V. deve essere eseguita con tasselli (per i quali daremo alcune indicazioni in seguito). Prima dell’esecuzione dei fori sarebbe opportuno quindi individuare mediante “pacometro” le zone prive di armatura.
Lato pannello sarebbe opportuno individuare una sezione trasversale dove non sia prevista la presenza di materiale isolante o di alleggerimento. E’ consigliabile fissare prima la staffa all’intradosso (e/o estradosso) trave, per avere un riferimento per la posizione del foro nel pannello. Dopo l’esecuzione dei fori e l’inghisaggio delle barre si procede al serraggio dei vari accessori (Dadi e Rondelle). Non ci sono particolari accorgimenti nel fissaggio dei 2 tasselli lato trave. E’ importante mantenere un buon parallelismo tra staffa e piano trave in senso longitudinale. Nel lato pannello il carrello va serrato con dado e rondella sulla “guida” con la barra filettata. Effettuato il serraggio il dado deve essere leggermente allentato per poi essere messo in sicurezza con il serraggio del secondo dado a ridosso del primo.

Si riportano di seguito in tabella i dati essenziali relativi alla ai valori massimi di Snervamento di progetto applicabili [Rsnd] e gli spostamenti consentiti dal sistema [Sd]. I dati indicati in tabella sono in funzione della dimensione del particolare, della lunghezza della “guida”, della dimensione del “carrello” e dei tasselli consigliati.

 

 

Le indicazioni fornite sui tasselli indicati sono puramente indicative. Possono essere utilizzati altre tipologie di ancoranti purché compatibili con i dati di progetto del componente.
Nell’utilizzo dei Tasselli (qualsiasi tipo) rispettare tassativamente le indicazioni del produttore in termini di carichi massimi raccomandati, interassi, distanze dai bordi e tempi di attesa (tasselli chimici) prima del serraggio.