UNIVERSITÀ E FORMAZIONE: PROGETTAZIONE DIGITALE - BIM TRA CULTURA E INDUSTRIA

17/10/2013 649

Abbiamo il piacere di invitarVi a partecipare alla conferenza in oggetto, che si terrà a Bologna nell’ambito dei FORUM SAIE 2013: BETTER BUILDING & SMART CITIES, il prossimo 17 Ottobre 2013, nella Sala Allemanda preso il settore SAIE BIM, dalle ore 14,30 alle 17.00. Si discuterà di come contribuire all’innovazione del processo e dell’industria del settore edilizio, a partire dalla formazione universitaria.

In quanto depositari di questo compito non possiamo esimerci dal confrontarci con le potenzialità profondamente innovative, anzi ri-fondative, dischiuse dall’approccio cognitivo e dalle tecnologie di rappresentazione ed elaborazione progettuale per mezzo della modellazione digitale: più che mai oggi, di fronte al precipitare della crisi epocale del modello NON sostenibile di sviluppo, alla crisi drammatica dell’industria e dell’occupazione del settore, e all’incalzare della competizione internazionale.

L’accelerazione del ricorso alle tecnologie BIM ed all’interoperabilità IFC – Industry Foundation Classes ( Norma ISO 67139) nei Paesi Europei ed Asiatici più avanzati, negli Stati Uniti ed altri Paesi Americani, impone una riflessione sull’adeguatezza dei nostri curricula e metodi didattici, richiede un aggiornamento tempestivo per rendere comparabili le capacità culturali e professionali dei futuri progettisti dell’ambiente costruito, dei dirigenti ed operatori dei settori industriali afferenti alla trasformazione sostenibile dell’ambiente urbano . Da qui la necessità di compiere uno sforzo comune per innestare sulla nostra tradizione culturale ed educativa il contributo offerto dalla potenza degli strumenti digitali.

L’ impegno che intendiamo proporre è la ricerca di un approccio condiviso del mondo accademico ad instaurare un rapporto di collaborazione strategica con la Pubblica Amministrazione del nostro Paese, globalmente intesa, affinché ciascuno di noi con i propri Atenei di appartenenza, possa mobilitarsi localmente con l’efficacia e l’energia garantita da una visione strategica condivisa e dalle conseguenti azioni cooperative.