A New York previsto il più ALTO EDIFICIO PASSIVO

01/07/2015 2572

Sarà localizzato all’interno della nuova area Cornell Tech, posizionata nella parte meridionale di Roosevelt Island a NEW York.
L’area costituirà il nuovo campus dell’innovazione che la città di New York ha assegnato alla Cornell University per 99 anni.
 
 
Chiamata Cornell Tech, questo campus alla fine comprenderà 2 milioni ft2 dedicati aree per l’attività accademica, per la ricerca, per uffici e abitazioni, portando sotto lo stesso tetto circa 2.000 persone. Il campus sarà costruito in tre fasi nel corso dei prossimi 20 anni per un costo totale di $ 2 miliardi, che comprende 100 milioni di dollari di finanziamento provenienti dalla città di New York e altri $ 350 milioni di costi di start-up forniti da Charles Feeney, ex studente della Cornell University.
 
La prima fase del progetto è stata avviata lo scorso maggio con l'inizio ufficiale della costruzione del The Bridge, un edificio accademico di sette piani. La struttura servirà da hub per le imprese, ricercatori e imprenditori focalizzato su innovazione e commercializzazione di nuovi prodotti e tecnologie che mirano a stimolare la crescita economica per la città di New York City. Secondo la cronaca, l'edificio è stato progettato per ottenere la certificazione LEED Argento e con molta probabilità sarà pronto per l’estate del 2017.
 
Il secondo progetto in costruzione, facente parte sempre della prima fase, sarà invece un grattacielo di 26 piani che si propone di diventare il più grande edificio residenziale al mondo costruito con gli standard Casa Passiva e certificato dalla Passive House Institute (PHI).
 
 
Come dettagliato dalla NYPassiveHouse, questi standard permetteranno di ridurre la domanda di energia operativa dell'edificio in misura ottimale attraverso ad una opportuna progettazione dell'isolamento, della tenuta all'aria, del recupero di calore, degli apporti termici solari, alla presenza di sistemi di protezione solare.
 
Secondo un comunicato stampa, la Passive House della Cornell Tech è stata sviluppata dalla società Hudson e società collegate, mentre BuroHappold Engineering è stata scelta per fornire servizi di ingegneria strutturale, ingegneria MEP e lighting design. La struttura progettata da Handel Architects è anche in fase di costruzione per soddisfare ENERGY STAR® e gli standard di certificazione LEED®. Steven invernali Associates sta fornendo servizi di consulenza tecnica per guidare la progettazione e collaudo per la certificazione della Passive House.
 
Al suo completamento previsto nel 2017, la Passive House della Cornell Tech comprenderà 352 unità abitative (monolocali, bilocali, trilocali) che saranno affittate a studenti universitari e al personale docente a prezzi sotto mercato. La struttura è progettata per avere un consumo complessivo che è del 70 per cento inferiore a quella di un moderno edificio multifamiliare convenzionale.