Laureati da 50 anni: l’Ordine degli Ingegneri di Modena festeggia i suoi veterani

La cerimonia si svolgerà domani, sabato 10 ottobre, a partire dalle ore 9 presso il Tecnopolo di via Vivarelli. Tra i 20 ingegneri premiati figurano professionisti affermati ed imprenditori di primo piano.
 
L’ordine degli Ingegneri di Modena festeggia i suoi “veterani” e ne sottolinea l’impegno professionale ed etico dimostrato nella lunga e proficua carriera lavorativa. Domani, sabato 10 ottobre, a partire dalle ore 9 presso l’Auditorium Tecnopolo del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena (via Vivarelli 10), si terrà infatti la cerimonia di premiazione per il 50° anniversario di laurea di ben venti Ingegneri modenesi, che hanno conseguito il titolo professionale tra il 1964 ed il 1965 ed hanno quindi meritato l’iscrizione nell’Albo d’Onore dell’Ordine modenese. Con la consegna di una pergamena e di una medaglia celebrativa, l’Ordine modenese intende tributare il giusto riconoscimento ai colleghi che operano con dedizione e responsabilità nei vari campi dell’ingegneria da più di mezzo secolo, tra i quali figurano professionisti affermati a livello nazionale ed internazionale nel settore della meccanica, dell’elettronica e dell’edilizia.
“La cerimonia di premiazione degli Ingegneri che si sono laureati mezzo secolo fa rappresenta un momento molto particolare nella vita associativa del nostro Ordine” dichiara in proposito Augusto Gambuzzi, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Modena. “Questa ricorrenza non vuole essere solamente un momento di incontro e festa fra colleghi, ma anche l’occasione per manifestare la nostra riconoscenza a coloro che hanno saputo così degnamente rappresentare la categoria in tutti questi anni.
Sarà anche il momento in cui si potranno approfondire i rapporti amichevoli tra ingegneri giovani e meno giovani, in uno scambio di idee e di esperienze che renderà più viva e partecipata la cerimonia. In particolare, verrà sottolineata la centralità dell’etica e della deontologia nella professione dell’ingegnere, e saranno gli stessi colleghi premiati a parlarne nei loro interventi. In un mondo dove i valori morali vengono spesso accantonati in favore degli interessi di parte, gli Ingegneri modenesi vogliono ribadire che uno dei punti fondamentali che caratterizza l’operato dei professionisti è il rispetto della deontologia e delle regole.
A tal proposito, ricordo che la premiazione avverrà in concomitanza ad un seminario formativo dedicato proprio al Codice Etico ed alla deontologia nella professione”.
Questi i nomi dei venti ingegneri che saranno premiati: Gianluigi Bellini, Gianni Bertacchini, Adalberto Biasiotti, Nino Cesare Bocchi, Claudio Della Valle, Paolo Faglioni, Fermo Ferrari, Gian Piero Frigieri, Uber Gualandri, Glauco Guerrieri, Carlo Martini, Giorgio Pacchioni, Augusto Pedrini, Gabriele Poppi, Davide Reverzani, Giuliano Salvioli, Luigi Tenti, Dezio Termanini, Alberto Vaccari, Pietro Vicini.

La cerimonia di premiazione vedrà la partecipazione di autorità locali, regionali e nazionali a partire dai presidenti di diversi Ordini degli Ingegneri dell’Emilia-Romagna, nonché dell’Assessore ai Lavori Pubblici ed Infrastrutture del Comune di Modena, Gabriele Giacobazzi. Hanno confermato la loro presenza anche i rappresentanti di diversi Ordini e Collegi professionali modenesi, che intendono così testimoniare la vicinanza dei professionisti locali ai colleghi ingegneri.