Bonus edilizi ristrutturazioni (50%) e risparmio energetico (65%) confermati in Stabilità

15/10/2015 3138

Rien ne va plus: una delle poche certezze della Legge di Stabilità 2016 saranno i bonus edilizi, confermati a tutto il 2016 come già pre-dichiarato da Ermete Realacci qualche giorno fa. Dall'esame della bozza emerge che verranno confermati in toto i crediti di imposta per i lavori di ristrtutturazione in casa (aliquota 50%) e per il risparmio energetico, c.d. ecobonus (65%).

Difficile, invece, che passino le interessanti proposte del ministro Infrastrutture Delrio che allargherebbero i bonus edilizi alla sfera pubblica e non solo: si trattrebebbe di ampliare le agevolazioni fiscali anche all'edilizia abitativa pubblica, alle operazioni di bonifica dell'amianto e alla prevenzione antisismica, agli investimenti di riqualificazione urbana che garantiscano comunque un risultato in termini di efficientamento energetico. Al momento queste ipotesi sono considerate molto improbabili.

Come funziona l'eco-bonus

Il bonus casa – o ecobonus, pacchetto di incentivi rivolto a chi ristruttura edifici, acquista arredi o grandi elettrodomestici e innalza il livello energetico della propria abitazione – verrà confermato fino al 31 dicembre del 2016. La norma è stata inserita nella manovra finanziaria che verrà approvata a breve dal Governo, le cui intenzioni sono quelle di lasciare inalterate le maggiori detrazioni dall’Irpef e dall’Ires introdotte negli ultimi anni a sostegno dell’edilizia, del settore energetico e degli elettrodomestici, oltre che dell’arredamento.