Autorizzazione paesaggistica: tutte le novità del regolamento attuativo

20/07/2016 6737
La bozza del decreto (previsto dal Decreto Art Bonus del 2014) individua gli interventi esclusi dall'autorizzazione o sottoposti a procedura semplice
 
Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che reca il regolamento relativo all'individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata è pronto. Si tratta del testo previsto dall'art.12 del vecchio Art Bonus (decreto legge 83/2014), che stabiliva un termine di 6 mesi - non rispettato - per una puntuale individuazione (mediante regolamento attuativo) degli interventi non soggetti ad autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata. La bozza consta di 20 articoli, 4 allegati ed una relazione illustrativa.
 
Le parti interessanti del decreto riguardano i rinnovi e l'autorizzazione semplificata. L'art.7 stabilisce che sono soggette a procedimento semplificato anche "le istanze di rinnovo di autorizzazioni paesaggistiche, scadute da più di un anno e relative a interventi in tutto o in parte eseguiti, a condizione che il progetto risulti conforme a quanto in precedenza autorizzato e alle specifiche prescrizioni di tutela eventualmente sopravvenute". Se però l'istanza è accompagnata da varianti anche 'leggere', l'iter resta quello ordinario.
 
L'art.8 è quello che tratta la semplificazione della procedura, con compilazione del modello contenuto nell'allegato C al decreto. La domanda di rilascio deve però essere redatta da un tecnico abilitato all'interno di una relazione paesaggistica (allegato D) dove bisognerà indicare:
- i contenuti precettivi della disciplina paesaggistica vigente nell’area;
- la descrizione dello stato attuale dell’area interessata all’intervento;
- l’attestazione di conformità del progetto alle specifiche prescrizioni relative al paesaggio (se pertinente);
- la descrizione della compatibilità del progetto ai valori paesaggistici dell’area;
- l’indicazione delle eventuali misure di inserimento paesaggistico previste.