Sesto Senso monitorizza e ottimizza i consumi energetici

17/02/2017 2175

Consumi energetici di case e uffici: ENEA ha brevettato "Sesto Senso", un sistema multisensoriale che può attivare o disattivare autonomamente luci, elettrodomestici, tapparelle e schermature solari

Si chiama Sesto Senso, l'ultimo brevetto di ENEA in tema di efficienza energetica e Internet of Things. Si tratta di un sistema multisensoriale che monitora e ottimizza i consumi energetici di case ed uffici assicurando temperatura e illuminazione ideali in qualsiasi periodo dell'anno.

La verà novità di Sesto Senso è che è in grado di attivare o disattivare autonomamente luci, elettrodomestici, tapparelle e schermature solari, grazie ad un innovativo sistema di rilevamento presenze. Non solo: Sesto Senso avvisa anche nel caso occorra aprile le finestre per areare i locali in caso la concentrazione di CO2 sia troppo elevata.

Sesto Senso è composto di un'unità centrale e di un insieme di sensori ambientali che funzionano come una rete neuronale artificiale: i sensori di monitoraggio acquisiscono i dati su temperatura, umidità, luminosità, valori della CO2 ma anche informazioni su movimenti, rumore e transito di persone nell’abitazione.
L’unità centrale, una piattaforma informatica “open source” in collegamento wi-fi, raccoglie i dati sulla situazione ambientale, li rielabora e determina autonomamente la corretta gestione energetica dell’abitazione.

Di dimensioni contenute (va inserito in un piccolo box), Sesto Senso non ingombra e, utilizzando disposizioni sensoriali già installate per altri scopi, può integrare, senza costi aggiuntivi, altre funzioni finalizzate alla sicurezza, all’automazione della casa, alla protezione da incendi e allagamenti e infine all’assistenza all’utente in situazione di bisogno.