Progettazione asili: in arrivo concorso da 150 milioni di euro. Tre poli in ogni regione

23/06/2017 2645

Progettazione asili: il MIUR, tramite l'Inail, stanzia 150 milioni di euro per la realizzazione di nuovi Poli per l'Infanzia che saranno prossimamente oggetto di un concorso di progettazione. Previsti tre progetti per ogni regione

Sono in arrivo 150 milioni, stanziati dal MIUR, per la realizzazione di nuovi Poli per l’infanzia che saranno prossimamente oggetto di un concorso di progettazione. Nel corso della riunione dell’Osservatorio sull’Edilizia scolastica dello scorso 21 giugno, il Ministero dell'Istruzione ha posto le basi per la costruzione dei nuovi asili per bimbi da 0 a 6 anni, previsti dal d.lgs. 65/2017, attuativo della Buona Scuola, con investimento Inail da 150 milioni di euro nel triennio 2018/2020.  

Il progetto dei poli per l'infanzia
Tramite tali risorse, si potranno costituire da uno a tre Poli per l’infanzia in ogni Regione, per i quali il Miur pagherà poi i canoni di locazione.
 
Tra i criteri per l’assegnazione delle risorse, si annoverano: l’utilizzo dei fondi esclusivamente per la costruzione di una nuova scuola, l’ampiezza del bacino di utenza (popolazione di età 0-6 anni nel territorio di riferimento), la disponibilità di un servizio di trasporto per garantire collegamenti adeguati, la disponibilità dell’ente a garantire un’ampia apertura e il coinvolgimento del territorio.

Le regole del bando di progettazione saranno indicate in un successivo decreto del MIUR relativo alle aree individuate.

Edilizia scolastica: fondi per antisismica e sicurezza
L’Osservatorio ha anche stabilito che entro il 7 luglio prossimo le Regioni dovranno confermare al Miur le priorità di intervento già segnalate o le eventuali variazioni per poter procedere con l’assegnazione della prima tranche delle nuove risorse per l’edilizia scolastica, 1,3 miliardi di euro stanziati attraverso il Fondo Infrastrutture.  
 
Le risorse del Fondo, 973 milioni di euro per l’adeguamento sismico e 341 milioni per la messa in sicurezza, potranno essere spese a decorrere da quest’anno e fino al 2032. Il Fondo è destinato alla realizzazione dei nuovi Piani di adeguamento e miglioramento sismico degli edifici scolastici e alla messa in sicurezza degli stessi edifici in seguito a indagini diagnostiche.