ASTANA EXPO 2017 – Future Energy- a Roma

Presentate alla casa dell’Architettura le eccellenze del Lazio per l’esposizione nella capitale del Kazakistan

Si è svolta mercoledì 5 luglio, alla casa dell’Architettura, Astana a Roma, la presentazione dell’Esposizione Universale nella capitale del Kazakistan, dedicata ai temi ambientali ed energetici “Future Energy”. Sono stati presentati il Padiglione Italia di Astana 2017, progettato da Paolo Desideri dello Studio ABDR, il video prodotto dall’OAR con i progetti dedicati al tema della sostenibilità ed efficienza energetica, la mostra Yearbook 02 e i progetti di ricerca del Lazio selezionati per Astana 2017. 

Il Padiglione di Desideri e i progetti di ricerca del Lazio selezionati per Astana 2017 – ha dichiarato il presidente dell’OAR Alessandro Ridolfi - raccontano la grande realtà degli architetti romani, una eccellenza nel panorama italiano ed internazionale. L’Ordine degli Architetti di Roma intende proseguire nel suo obiettivo principale che è quello di sostenere, sviluppare e promuovere i nostri iscritti, dai più giovani ai più affermati, e portare il loro lavoro in mostra nelle capitali più importanti, come stiamo facendo con le varie edizioni di Yearbook, grazie al dipartimento per l’internazionalizzazione istituito appositamente”.  
L’evento di Astana – secondo l’assessore Guido Fabianirappresenta non solo una vetrina in cui poter esporre le eccellenze del settore dell’energia presenti nel Lazio, ma anche l’occasione per poter avviare partnership strategiche con player esteri in questo settore che è di primaria rilevanza per la nostra economia. In tale contesto la ricerca e l’innovazione nel campo dell’energia, dalla sua produzione al suo utilizzo e ri-utilizzo fino alla sua distribuzione, rappresentano uno dei principali elementi per garantire vantaggi competitivi in grado di inserire stabilmente il tessuto produttivo laziale nelle catene globali del valore.” 
Il Lazio presenterà ad Astana una serie di eccellenze in tema di energia. Si tratta, in particolare, di 4 progetti di ricerca, i cosiddetti AVATAR, (su 12 complessivi italiani) selezionati da un Comitato Scientifico ad hoc nazionale (presieduto dal Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia e composto, tra gli altri, da rappresentanti del MAECI e MISE). 
Postazioni informative e scenografiche, costituite da lastre in plexiglass sulle quali saranno proiettati visual a figura intera di personaggi italiani (scienziati, imprenditori, ecc.) che si attiveranno in presenza dei visitatori, iniziando a raccontare la propria esperienza e a illustrare i propri progetti innovativi. I progetti sono stati proposti alla Regione Lazio dalle università e centri di ricerca laziali.
A ciò si aggiungono i TOTEM, postazioni interattive che conterranno altri progetti di ricerca e best practice sul tema energia proposte dalle Regioni italiane. Il Lazio presenterà 12 esperienze.
                                                                      
AVATAR  
SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
Livio de Santoli – Smart energy systems: una cellula di riferimento per distretti energetici del futuro 
UNIVERSITÀ TOR VERGATA
Silvia Licoccia - Accumulo di energia sostenibile: batterie redox a flusso 
Aldo di Carlo - Moduli fotovoltaici stampabili con Grafene e Perovskite – record mondiale di efficienza su larga area 
UNIVERSITÀ ROMA TRE
Francesco Asdrubali - La ricerca in materia di risparmio energetico degli edifici: una sfida scientifica, tecnologica e culturale per il XXI secolo 
TOTEM  
SMART LAND
Il compostaggio di comunità
Nuove tecnologie per risparmiare e distribuire calore - L’illuminazione intelligente delle città  
POTENZA DEL LIMITE
L’azienda di allevamento produce energia rinnovabile
Correre senza inquinare
Rewec 3: a Civitavecchia energia dal moto del mare
WaveSAX: energia dal mare 
SMART CITY
Roma Rinascimento 3: il quartiere geotermico
L’Ospedale a energia pulita: Roma
L’illuminazione intelligente della città 
SOFT POWER CREATIVITÀ ITALIANA
Biocarrozza Po.Mo.S.
Battery 50: accumulare energia per essere indipendenti
Polo Solare organico a Roma