Incentivi funzioni tecniche solo al compimento effettivo dell'attività

15/09/2017 1735

Incentivi per le funzioni tecniche: il nuovo assetto del 2% ai progettisti della PA andrà agganciato al momento di svolgimento effettivo delle attività e non alla pubblicazione dei bandi di gara

L'Anac ha risposto, con comunicato del 6 settembre, ad alcune richieste di chiarimenti riguardo all'applicabilità temporale della disciplina dell'incentivo per le attività professionali della PA, svolte da personale interno ex art.113 del Nuovo Codice Appalti.

Ecco i punti principali del chiarimento:

  • per gli incentivi inerenti le funzioni tecniche, ciò che rileva ai fini dell'individuazione della disciplina normativa applicabile è il compimento delle attività oggetto di incentivazione. Pertanto, le disposizioni di cui all'art.113 del Nuovo Codice Appalti si applicano alle attività incentivate svolte successivamente all'entrata in vigore del Codice;
  • non sono possibili forme di "anticipazione" dell'incentivo, poiché il comma 3 dell'art.113 richiede l'accertamento delle attività svolte a cura del dirigente o responsabile del servizio;
  • forme di corresponsione diluite nel tempo (ad.es. cadenza annuale) possono ritenersi ammissibili solo per le attività configurabili quali prestazioni di durata;
  • la corresponsione dell'incentivo può avvenire solo a seguito dell'approvazione del regolamento di recepimento delle modalità e dei criteri di ripartizione del fondo definiti in sede di contrattazione decentrata integrativa (cd. Regolamento incentivi).