Calcestruzzi confezionati con aggregati riciclati e cenere volante

11/07/2012 2213

RISULTATI DI UNA RECENTE CAMPAGNA SPERIMENTALE

Antonio CAGGIANO*
Ciro FAELLA*
Carmine LIMA*
Enzo MARTINELLI*
Marco PEPE*
Roberto REALFONZO*
Mauro MELE**

Negli ultimi decenni il problema della salvaguardia dell’ambiente è diventato uno dei problemi più rilevanti è condiziona ormai quasi ogni tipo di attività antropica.
I processi industriali generalmente producono grandi quantità di rifiuti che talvolta richiedono complesse procedure di smaltimento e quindi rappresentano un grosso problema ambientale ed economico. In questa situazione risulta, ovviamente, coinvolto anche il settore delle costruzioni civili.
I lavori di manutenzione e le demolizioni delle costruzioni esistenti, come pure quelli di costruzione di nuove strutture, producono spesso grandi quantità di rifiuti, quelli che gli anglosassoni chiamano “construction and demolition wastes” (C&DWs). Diventa, pertanto, molto importante riuscire a riutilizzare la maggior quantità possibile di questi “rifiuti”, reinserendoli nel ciclo produttivo per la costruzione di nuove opere.
Un modo interessante per riciclare i C&DWs, nonché i rifiuti provenienti da scarti della produzione industriale di elementi in calcestruzzo precompresso, consiste nel produrre aggregati da utilizzare in parziale sostituzione di quelli “naturali” per la produzione di nuovo calcestruzzo: i cosiddetti “RCA” dal termine anglosassone “recycled concrete aggregate”.

Un ulteriore materiale riciclato che viene utilmente adoperato sia come additivo che in sostituzione del cemento Portland è la cenere volante (“fly ash” - FA). L’impiego di fly ash nei calcestruzzi comporta molteplici vantaggi quali: il riciclo di una porzione dei rifiuti industriali provenienti da centrali termoelettriche ed inceneritori; la riduzione della domanda e, quindi, della produzione di cemento Portland con la conseguente riduzione di emissione di CO2 in atmosfera.
 

*Dipartimento di Ingegneria Civile, Università di Salerno
**Calcestruzzi Irpini SpA

 

SCARICA TUTTO L'ARTICOLO