Biennale Barbara Cappochin: ritorna a Padova il 26 ottobre

Un incontro a Palazzo della Ragione con 800 studenti delle scuole secondarie superiori di secondo grado, darà il via alle iniziative - alle 12,30 il Sindaco Giordani, l’Assessore alla cultura, Colasio, il Presidente della Fondazione Barbara Cappochin e degli architetti italiani, Cappochin,  e la Presidente dell’Ordine degli Architetti di Padova, Osti, incontrano la stampaalle 15, a Palazzo della Ragione, conferenza dei vincitori del Premio internazionale e regionale - alle 17 inaugurazione in via San Fermo dei “Tavoli dell’Architettura” - la lectio magistralis di David Chipperfield chiuderà la giornata - venerdì 27 all’Auditorium Pollini la cerimonia di premiazione

Ritorna a Padova il prossimo 26 ottobre la Biennale internazionale di Architettura Barbara Cappochin. A dare il via alle iniziative dell’ottava edizione “l’Architettura incontra la scuola”, momento di confronto con gli studenti delle scuole secondarie superiori di secondo grado delle province di Padova  e di Rovigo che si terrà a Palazzo della Ragione alle ore 9.00
Fine dell’incontro è quello di illustrare agli oltre 800 studenti che saranno presenti  - e lo faranno gli architetti Maurizio Carta e Gianluca Peluffo - come tutte le scelte che vengono fatte nell’ambito dell’architettura si ripercuotano sulla vita di ciascuno ed abbiano alla loro base i valori del rispetto, dell’accoglienza, della solidarietà, della sostenibilità. Valori che sono fondamentali per un innalzamento della qualità della vita delle comunità e raggiungibili anche attraverso una architettura di qualità.
Le iniziative proseguiranno nella Galleria Civica Cavour dove alle ore 12,30 il Sindaco di Padova, Sergio Giordani, l’Assessore alla Cultura, Andrea Colasio, il Presidente della Fondazione Barbara Cappochin, Giuseppe Cappochin e la Presidente dell’Ordine degli Architetti di Padova, Giovanna Osti, incontreranno la stampa sull’articolazione dell’edizione 2017 della Biennale e presenteranno i “Tavoli dell’Architettura”, vetrina delle migliori opere del Premio internazionale Barbara Cappochin. Nell’occasione sarà presentato il libro “European Green Capitals. Esperienze di rigenerazione Urbana sostenibile” edito da LetteraVentidue.
I Tavoli, che saranno esposti in via San Fermo, saranno inaugurati alle ore 17 dopo la Conferenza dei vincitori del Premio prevista a Palazzo della Ragione alle ore 15.
A chiudere la giornata la lectio magistralis - a Cava Cengelle a Grancona (Vi) - di David Chipperfield tra i più importanti e affermati architetti della nostra contemporaneità e sostenitore del principio che l’architettura ha un dovere morale nei confronti del contesto in cui interviene e deve quindi diventare sempre elemento di comprensione e di miglioramento del paesaggio e dello spazio.
La Biennale internazionale Barbara Cappochin - promossa dalla Fondazione Barbara Cappochin, dal Comune di Padova e dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Padova, che si avvale della collaborazione del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, dell’Unione Internazionale degli Architetti (U.I.A.) e del Consiglio degli Architetti d’Europa (C.A.E.) -  si concluderà venerdì 27 ottobre alle ore 20 all’auditorium Pollini con la cerimonia di premiazione del Premio Internazionale. Previsto alle ore 21,30 un concerto di Ronnie Jones and Soul Syndacate.

scarica la brochure con il programma completo

Nella stessa giornata di venerdì, sempre a Padova, prenderà avvio la Conferenza Nazionale degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori. Numerosi i temi di stretta attualità che saranno affrontati. Nella mattinata di venerdì, nel corso della Tavola Rotonda “L’arte del paesaggio ed il ruolo dell’acqua nella rigenerazione della città” sarà illustrata la ricerca  Cresme/Consiglio Nazionale “Lo stato del territorio italiano, tra rischio sismico, idrogeologico, e consumo di suolo”; sabato 28 ottobre al centro del dibattito saranno, invece, i dati della ricerca, sempre Cresme/Consiglio Nazionale, “Chi ha disegnato l’Italia? Storia dell’edilizia italiana tra  autopromozione, abusivismo e bella architettura” che sarà presentata nel corso della Tavola Rotonda “Il concorso di progettazione: strumento indispensabile per il rilancio dell’architettura di qualità”.
In chiusura della Conferenza saranno proclamati i cinque vincitori del primo grado del concorso di progettazione di un edificio di edilizia residenziale convenzionata a Milanosesto,  il nuovo quartiere di Sesto San Giovanni (Milano) e quelli del concorso di idee per la riqualificazione di 10 aree periferiche del nostro Paese  bandito dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo in collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Architetti.

VINCITORE Biennale Internazionale Barbara Cappochin 2017: arch. Varavarn Varudh - Studio Vin Varavarn Architects - "Post Disaster School"


Motivazione della Giuria 
La Giuria apprezza il modo in cui la struttura ha raggiunto forte valore architettonico con risorse minime. Il progetto ha realizzato uno spazio molto bello e potente; la Giuria ne sottolinea la semplicità e l’economicità dei materiali utilizzati, nel rispetto della topografia dei luoghi e del paesaggio circostante.
Particolarmente piacevole è la forma del tetto e la simmetrica geometria del volume. Si evidenziano l’impegno sociale  e le condizioni di emergenza che hanno portato alla costruzione dell’edificio, dimostrando che è possibile progettare architettura di qualità anche in tali difficili condizioni.

vai al sito Fondazione Barbara Cappochin