Analisi push-over ad edifici in muratura condotta mediante il software C.D.Ma Win: alcuni esempi

Dopo la trattazione generale della modellazione degli edifici in muratura fatta in un precedente articolo e una prima parte di esempi applicativi continua la trattazione di un'altra serie di semplici applicazioni dell’analisi push-over ad edifici in muratura condotta tramite il software C.D.Ma Win allo scopo di evidenziare le potenzialità ed i limiti del nuovo modulo MacroMuri 3D e di raffrontare i risultati ottenuti con le due differenti tecniche di modellazione non lineare presenti nel software. 

Esempio 3: edificio regolare monopiano

È studiato il semplice edificio monopiano e regolare in pianta rappresentato in figura 8.

 esempio-muratura-sts-8.JPG 

Le curve di capacità sono quelle rappresentate in figura 9, nel caso di assenza di cordolo di coronamento ed in figura 10 nel caso in cui il cordolo è presente.

 esempio-muratura-sts-9.JPG

esempio-muratura-sts-

Anche in questo caso si ha una discreta concordanza dei risultati fra le due tecniche di modellazione, con il metodo SAM che in assenza di cordolo manifesta ancora una resistenza di limite elastico maggiore rispetto al quello a macro-elementi.

Le curve di capacità mostrano che nell’analisi push-over anche nel modello a macro-elementi è possibile tenere conto del collasso di più elementi strutturali, così come è previsto nelle NTC ’18 per gli edifici in muratura. Nonostante le grandi differenze nelle tecniche di modellazione, in questo caso si ha una buona concordanza dei risultati anche nella successione dei singoli collassi. Per l’analisi push-over in direzione x l’evoluzione dei singoli collassi nel modello a macro-elementi è quella rappresentata in figura 11.

esempio-muratura-sts

In C.D.Ma Win è anche possibile seguire l’evolvere dei danneggiamenti durante l’analisi. In figura 12 sono mostrate alcune rappresentazioni del livello di danno per l’analisi in direzione x. La rappresentazione grafica è fatta seguendo una simbologia analoga a quella utilizzata nel modello ad aste sostituendo le cerniere plastiche con cerniere cilindriche estese per tutta la lunghezza dell’elemento danneggiato.

[...]

L'articolo continua con altri esempi. Scarica il pdf

tutte le info sul sito sts


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su